Appuntamenti del weekend

Castello di Masino, si riaprono le porte

Il Fondo Ambiente Italiano riapre da oggi, giovedì 29 aprile, i suoi beni nelle regioni dov’è consentito, cioè quelle in zona gialla. Nei fine settimana la prenotazione, sulle pagine web dei suddetti beni, è obbligatoria entro al massimo 24 ore prima. In Piemonte torna così visitabile il millenario Castello di Masino (www.castellodimasino.it). Fino al 13 giugno il castello sarà aperto dal giovedì alla domenica, dalle 10 alle 18. Dal 16 giugno mercoledì, giovedì e venerdì dalle 14 alle 22, sabato e domenica dalle 11 alle 19. Biglietti: intero 14 euro, ridotto (6-18 anni) 7 euro, iscritti Fai gratuito, studenti fino a 25 anni e Carta musei 9 euro, famiglia 35 euro. Info: 0125/77.81.00, faimasino@fondoambiente.it.

 

Ivrea: mostra al museo “Garda”

“Vitrum-Dalla sabbia alla luce. Scienza, storia e arte del vetro dalla scoperta ai nostri giorni” è realizzata dal Comune di Ivrea con il contributo di Fondazione Guelpa e Fondazione Crt e Regione Piemonte, la collaborazione della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la Città metropolitana di Torino a cui si è aggiunto anche il patrocinio del Comitato italiano della Association Internationale pour l’Histoire du Verre (Aihv).

La mostra, che ha riaperto lunedì 26 aprile, sarà visitabile fino a domenica 13 giugno. Da lunedì a venerdì dalle 9 alle 13, martedì e giovedì anche dalle 14,30 alle 18,30, sabato e domenica dalle 15 alle 19. Chiusura sabato 1° maggio. Per informazioni e prenotazioni (obbligatorie, con un giorno d’anticipo, per le visite da effettuare il sabato o la domenica) 0125/41.05.12, musei@comune.ivrea.to.it.

Ricordiamo che fino al 13 giugno si potrà visitare anche la mostra “Gianni Berengo Gardin e la Olivetti”, curata da Marcella Turchetti per conto dell’associazione Archivio Storico Olivetti.

 

Torre Canavese: gara di mountain bike

Il Team Roc’ Torre asd è pronto a gestire la gara di mountain bike di domenica 2 maggio. Un grande numero di partecipanti, ben 480, con 65 team da Piemonte, Lombardia, Liguria e Trentino, daranno vita a un’entusiasmante competizione per le colline e le vie del paese. La gara sarà anche l’occasione per ricordare due illustri torresi che ci hanno lasciato, avendo perso la battaglia con il virus: Marco e Fiorella Datrino. Sarà il 1° Memorial dedicato a chi per il paese di Torre ha fatto molto.

Il percorso di gara è stato completamente tracciato, e la segnaletica posizionata guiderà gli atleti delle categorie maggiori lungo i 4.7 km del loro percorso, ridotto a circa 3.5 km per le categorie Esordienti ed Allievi. La gara è valida come Top Class (punteggio per i Campionati italiani) per Esordienti e Allievi, mentre per tutte le categorie è valida come seconda prova della Piemonte Cup.

Le partenze: alle 9,30 Master Elite, M1, 2, 3, 4 (quattro giri del circuito), Master 5, 6, 7, 8 (tre giri), Master Women 1 e 2 (due giri), per un totale di circa 110 atlete e atleti. Alle 11,15 la partenza per le categorie Open M (cinque giri), Open F e Junior M (quattro giri) e Junior F (tre giri), in totale circa 100 atleti iscritti. Alle 13 la partenza degli Esordienti M 1 e 2 (tre giri corti) ed Esordienti F 1 e 2 (due giri corti), in totale circa 135 atleti; alle 14 toccherà ad Allievi M (quattro giri corti) e Allievi F (tre giri corti), nel complesso circa 110 atleti.

 

A Villareggia a cercar tesori

Una nuova favola a tappe, sabato 1° e domenica 2 maggio (e probabilmente anche nei weekend successivi), proposta a Villareggia da Apollo Officina d’Azione, Mani di Fata e MoncriVilla Trails: si chiama “Il risveglio della natura” ed è una passeggiata per famiglie con bambini… o per chiunque abbia voglia di immergersi nelle atmosfere sognanti dei boschi.

Idealmente accompagnati da folletti e fatine, basandosi su una mappa, i partecipanti affronteranno un anello di 3 chilometri e mezzo, nella prima parte pianeggiante e percorribile anche con i passeggini. Lungo le sei tappe si svilupperà la storia di una gallina, decisa ad addentrarsi nel bosco: i profumi dei fiori e il risveglio dal letargo degli animali la stimoleranno a creare un uovo magico… per il quale le serviranno più ingredienti. Ecco dunque che la passeggiata si trasformerà in una “caccia ai tesoretti”, realizzati dalle volontarie di Mani di Fata.

Partenza in autonomia, all’orario scelto da ciascuno, dall’infopoint dei folletti in piazza Vallero, dove sono in distribuzione le mappe del percorso. La partecipazione è gratuita, ma è richiesto di portare con sé un giochino (deve essere disinfettato e impacchettato in un involucro trasparente) da donare.

Da segnalare che Apollo Officina d’Azione propone anche, per domenica 2 maggio, il laboratorio “le creature fantastiche del bosco”, con il giovane illustratore ciglianese Gabriele Pino: l’iniziativa è a numero chiuso e su prenotazione, per informazioni consultare www.apollofficinadazione.it.

 

Esegui l'accesso per Commentare