Appuntamenti del weekend in Canavese

Albiano: San Martino

Tre giorni di festa con la Pro Loco per San Martino. Sabato 13, dalle 14 in piazza Assone, il raduno delle auto storiche; alle 19,30, al centro sportivo, l’aperitivo e la cena dei bolliti (info 340/40.70.902). Domenica 14 dalle 9, in corso Vittorio Emanuele, mostra mercato di San Martino con prodotti bio, a km. 0 e artigianato; dalle 10 animazione per i bambini con i clown-dottori Nasi per Caso; nel frattempo da piazza Assone parte il tour delle vetture storiche (premiazioni alle 15) e sempre alle 10, in piazza Santa Marta, inizio delle prove di mountain bike (premiazioni alle 16,30); dalle 15 castagnata e vin brulé. Partecipa alla giornata la Banda musicale Albianese. Lunedì 15 dalle 10, in piazza Olivetti, il tradizionale torneo di bocce.

 

Borgofranco: convegno su Broglio

110 anni fa nasceva, e 20 anni fa lasciava questo mondo, Luigi Broglio – generale, professore, ingegnere –, principale artefice dell’avventura italiana nello spazio, e personaggio di grandissima levatura internazionale. Il Comune di Borgofranco – paese di origine della famiglia e luogo dove oggi riposa Luigi Broglio – ha deciso di organizzare una giornata per ricordare l’illustre concittadino, padre dell’astronautica italiana. Sabato 13 novembre a Palazzo Marini, coordinato da Giuseppe Rao, avrà luogo il convegno “L’opera di Luigi Broglio e il futuro dell’Italia nelle attività spaziali”. Seguiranno le inaugurazioni della targa in ceramica dedicata a Luigi Broglio e della installazione di quattro elementi “Poetiche dimore fra terra e cielo”, opera dell’artista Sandra Baruzzi dedicata a Broglio; chiusura con il discorso del sindaco Fausto Francisca e gli interventi delle autorità. Domenica 14 è prevista una visita dei partecipanti alla giornata dedicata a Luigi Broglio al sito Unesco “Ivrea Città Industriale del XX secolo”. Da sottolineare il fatto che il Comune di Borgofranco ha in animo di organizzare, ogni anno, una giornata per le scuole dedicata al tema dell’esplorazione spaziale.

 

Bosconero: “La luna e i falò”

Andrea Bosca in scena per il secondo appuntamento autunnale della rassegna “Dissimilis”, sabato 13 novembre alle 21 al Teatro di via Villafranca 5 (biglietti 14 euro, ridotti 12 euro; acquistabili on-line sul circuito Vivaticket, oppure prenotabili scrivendo a biglietteria@nuoveforme.com o chiamando il numero 329/41.59.802).

 

Caluso:  iniziative del rione Riva per Sant’Antonino

Torna a proporre un’attività pubblica il rione Riva, che come un po’ tutte le realtà associative è stato costretto a mordere il freno, mese dopo mese, in attesa che le limitazioni dettate dalla pandemia si potessero finalmente allentare. La festa di Sant’Antonino si concentrerà quest’anno nelle giornate di sabato 13 e domenica 14 novembre: sabato alle 20 è in programma una cena al ristorante Mago, allietata dalla musica dal vivo di Eugenio Amato (il costo è 30 euro). Domenica mattina la Messa celebrata in chiesa parrocchiale sarà in onore di Sant’Antonino; al termine della funzione è prevista la distribuzione di polenta e spezzatino nel capannone allestito sul piazzale della Stazione; al pomeriggio castagne e vin brulé per tutti. Per prenotare la cena e l’asporto della polenta contattare il 335/64.82.811 o il 338/72.94.288.

 

Colleretto Giacosa: Società di Mutuo Soccorso e Cooperative di Consumo

Nell’ambito delle celebrazioni per i 100 anni della Cooperativa di Consumo di Colleretto Giacosa e Parella, sabato 13 novembre alle 21, al salone “Piero Venesia” del Parco “Guido Rossa”, presentazione del libro “La via della solidarietà–Società di Mutuo Soccorso e Cooperative di Consumo in Canavese”, scritto da Gaspare Enrico e Pier Alberto Faita (presenti alla serata). Presentazione di Francesca Strobbia, lettura di brani a cura di Luciana Gastando. Durante la serata si esibirà il Coro Bajolese, fondato da Amerigo Vigliermo, che rappresenta una parte importante della cultura popolare canavesana e piemontese. Per accedere alla sala è richiesto il green pass. Domenica 14 si terrà invece il pranzo sociale al ristorante La Coperativa; per maggiori informazioni 342/14.87.607.

 

Ivrea: all’Auditorium Mozart: “Na ciav për doi”

Sabato 13 novembre alle 21, e domenica 14 alle 15,30, all’Auditorium Mozart, avrà luogo il secondo spettacolo della quindicesima stagione di teatro popolare organizzata dalla Cittadella della Musica e della Cultura di Ivrea e del Canavese. Sul palco la compagnia Gruppo Teatro Carmagnola, specializzata nel teatro piemontese, già ospite delle passate edizioni della rassegna, con lo spettacolo “Na ciav për doi”, commedia in due atti di John Chapman e Dave Freeman, traduzione in piemontese di Attilio Cocchi, regia e adattamento di Mino Canavesio. I biglietti costano 15 euro e sono in vendita presso la segreteria della Cittadella fino a domani, dalle 14,30 alle 18,30 (0125/42.51.23, segreteria@cittadella-ivrea.it). I biglietti ancora disponibili saranno in vendita al botteghino dalle 20 di sabato e dalle 14,30 di domenica.

 

Ivrea: l’agricoltura “contro la mafia”

Sabato 13 novembre allo Zac!, dalle 9 alle 13, insieme ai produttori locali del cibo sarà ospite dell’Altromercato la cooperativa Esperanto, nata nel 2018 e che gestisce un bene confiscato appartenuto a Michele Zagaria e intitolato a una vittima innocente di mafia, Michele Landa. La cooperativa utilizza l’agricoltura come mezzo per raggiungere il riscatto di persone e territori.

Da due anni il gruppo d’acquisto solidale Ecoredia ha scelto di acquistare le passate e i pelati, rigorosamente bio, prodotti dalla cooperativa, preacquistandoli con un anticipo del 40% al momento della semina: in questo modo si permette a Esperanto di contrattualizzare braccianti vittime di caporalato, restituendo loro dignità e un giusto salario. Quest’anno si è voluto fare un passo in più, invitando la cooperativa all’Altromercato per raccontare la propria storia e presentare di persona i propri prodotti. La sera stessa sarà possibile gustare i prodotti di Esperanto e di altre realtà delle terre liberate dalla mafia, alla cena “Racconti, radici e riscatto” preparata dalla cucina dello Zac! Per informazioni sul menù e prenotazioni 0125/36.27.15.

 

Ivrea: musica contemporanea per “Gli accordi rivelati”

Sabato 13 novembre, alle 20,30 al Polo Universitario Officina H di via Montenavale, prenderà avvio la sesta rassegna internazionale di musica da camera “Gli accordi rivelati”, allestita dall’associazione culturale Il Timbro per la direzione artistica di Stefano Musso.

Il primo concerto, sabato, avrà per protagonisti i quattro giovani professionisti dell’AltreVoci Ensemble, formato da Laura Bersani al flauto, Martina Di Falco al clarinetto, Stefano Raccagni al violino, Giacomo Cardelli al violoncello. Eseguirà pagine di Kaija Saariaho, Fausto Romitelli, Pascal Dusapin, Giorgio Colombo Taccani, Jörg Widmann, Mauro Montalbetti e, soprattutto, la prima assoluta di “Hush!”, un lavoro di Annachiara Gedda realizzato su commissione di EstOvest Festival 2021. I biglietti costano 8 euro (5 euro per i giovani fino a 26 anni= e possono essere acquistati rivolgendosi a Il Contato del Canavese (0125/64.11.61) o alla Galleria del Libro (0125/64.21.12).

 

Montanaro: la fagiolata dei coscritti

Non si è potuta effettuare nel periodo di carnevale, come vuole la tradizione: ma i coscritti del 2002, insieme alla Pro Loco, hanno deciso che non si sarebbe potuto lasciar trascorrere il 2021 senza dar vita alla fagiolata. L’appuntamento è, dunque, per domenica 14 novembre, dalle 9 nel parco delle ex scuole “Bertini”. I partecipanti sono invitati a recarsi in loco il proprio “barachin” per l’asporto dei gustosi legumi.

 

Noasca: “Castagnata stregata”

Originariamente programmata per il 30 ottobre, ma rinviata per maltempo, si terrà nel pomeriggio di domenica 14 novembre, a partire dalle 14.30, la “Castagnata stregata” organizzata dalla Pro Loco di Noasca, con gara di dolci e distribuzione di caldarroste in piazza.

 

Rivarolo: torna il “Mercatino dij Bijautagambe”

Domenica 14 novembre, la Pro Loco organizza la 71a edizione del Mercatino dij Bijautagambe, che accoglie espositori di antiquariato minore, collezionismo, oggettistica vecchia e usata: l’appuntamento è dalle 9 alle 19 sotto i portici di Ivrea e sull’allea di corso Indipendenza. In contemporanea, l’allea di corso Torino ospiterà invece il “Mërcà dla piassa dël büro”, dedicato alla promozione dei prodotti tipici e alle eccellenze eno-gastronomiche del territorio, e la 26a Sagra d’autunno, con distribuzione delle tradizionali frittelle di mele, caldarroste e vin brûlé; per pranzo i cuochi della Pro Loco prepareranno polenta e spezzatino d’asporto.

 

Verolengo: San Martino

Il paese si prepara a celebrare, domenica 14 novembre, la Festa di San Martino, organizzata dal Comune. Dalle 10 alle 19, nel centro del capoluogo, mercatini dell’associazione Creare con il Cuore, banchetti gastronomici e promozionali di associazioni e produttori di zona (street food fino alle 23). Associazioni e gruppi verolenghesi proporranno le loro specialità: fagiolata e “pien prus” della Pro Loco Mansio Quadrata, la castagnata del Gruppo Alpini. Non mancherà l’intrattenimento con la musica dal vivo di Alessandro Formenti, il divertimento per grandi e piccini curato da Ludobus e Vip Clown odv e un momento culturale con la mostra di pittura di Saverio Santopietro; alle 17.30, nella ex sala consiliare in via Battisti, concerto della Fisorchestra Bruno Zaggia. La manifestazione si terrà nel rispetto delle norme vigenti in materia di prevenzione Covid.

 

Villareggia: in festa per San Martino

Entra nel vivo la festa patronale di San Martino: oggi, venerdì 12, dalle 22 in piazza Vallero discoteca con Angy, Andrea Dìadi, d.j. Frank e Voice & Disco. Sabato 13, alle 16, la Messa animata dal Coro parrocchiale di Mazzè. In serata di nuovo discoteca in piazza con Stereo Bros e d.j. Frank.

Domenica 14 sarà il culmine della festa. Alle 8,45 partenza della passeggiata sul Sentiero delle Pietre Bianche e il Moncrivilla Trail; alle 10 partenza dalla piazza della passeggiata autonoma per famiglie con bambini verso la collina; lungo il percorso sono previste tappe nelle quali sarà illustrata la storia di San Martino e dell’antica pieve (a cura di Apollo Officina d’Azione, Gabriele Pino e Claudia Carra); alle 11, sulla collina di San Martino, “tableau vivant”, rappresentazione teatrale a cura di Patrizia Becchio. Apertura del banco di beneficenza, alle 14,30 in oratorio, e alle 17 la Messa solenne presieduta da don Massimo Ricca, con la partecipazione dei coscritti della leva 2003, di cui verranno benedetti il foulard e la bandiera; al termine della liturgia, animata dalla Corale Villareggese, avrà luogo la processione con la statua del santo per le vie del paese, aperta dalla Banda musicale La Fiorita di Mazzè; chiusura con i fuochi d’artificio del Cmv, nel campo dell’oratorio.

Esegui l'accesso per Commentare