Appuntamenti del weekend in Canavese

Caravino: i giorni della Pasqua al Castello di Masino

Un picnic in un giardino monumentale e parco storico, accompagnato da cestini con prodotti locali primaverili, giochi campestri e “caccia alle uova”, speciali visite…: sono le proposte del Fondo per l’Ambiente Italiano per Pasqua e Pasquetta nel Castello e Parco di Masino. Un’occasione per trascorrere le giornate di festa all’aria aperta, a contatto con la natura e con l’arte, alla scoperta di luoghi unici. Nel fine settimana si potranno visitare le cantine storiche e il vigneto e ammirare le fioriture nel parco monumentale e dove, il Lunedì dell’Angelo, si potrà gustare un buon picnic e partecipare alla “caccia alle uova” e a partite di scacchi giganti.  Biglietti interi 20 euro, iscritti Fai e residenti a Caravino 6 euro, 6-18 anni 10 euro; bambini fino a 5 anni gratuito, famiglia 50 euro. Maggiori informazioni www.fondoambiente.it, www.castellodimasino.it.

 

Ivrea: Concerto spirituale per la Pasqua in Cattedrale

Lunedì 18 aprile alle 21, in Cattedrale, l’associazione ArsNova in occasione della Santa Pasqua presenterà il concerto spirituale “Inneggiam al Signore risorto”, con la partecipazione della ArsNova Wind Ensemble diretto dal maestro Fulvio Creux e del soprano Ilaria Alida Quilico. Saranno eseguiti brani di Perosi, Salieri, Verdi, Mendelssohn, Mozart, Burbatti, Bizet, Beethoven, Mascagni e Gluck.

 

Ivrea: Visitor Centre aperto per le feste

Il Visitor Centre del Sito patrimonio mondiale Unesco “Ivrea città industriale del XX secolo” resterà aperto nei giorni di Pasqua, Pasquetta, 25 Aprile e 1° Maggio, osservando il consueto orario dalle 10 alle 18. Informazioni per l’organizzazione di visite possono essere richieste al 379/16.94.756 o all’indirizzo unescovisitorcentre@ivreacittaindustriale.it.

 

Magnano: la tradizione del Concerto di Pasqua

Dopo due anni di assenza ritorna, domenica 17 aprile alle 21 nella chiesa di Santa Marta, il Concerto di Pasqua organizzato dall’associazione Musica Antica a Magnano: “Felice compleanno maestro Lully e signor Molière” è il titolo della serata che vedrà protagonisti Anastase Démétriadès al flauto dolce, Luca Taccardi alla viola da gamba e Georges Kiss al clavicembalo. Per prenotazioni e informazioni: 345/91.08.561, 015/67.92.60, www.MusicaAnticaMagnano.com, info@musicaanticamagnano.com. Ingresso a offerta libera.

 

Quincinetto: Patronale

La Parrocchia del Santissimo Salvatore e la Pro Loco hanno organizzato organizzare i festeggiamenti in onore del patrono. La festa si articola in tre giornate, e inizia sabato 16 aprile alle 20,30 con la veglia pasquale in chiesa. La domenica si celebrerà la Pasqua di Resurrezione con la Messa alle 11,15. Alla sera appuntamento danzante alle 21, all’auditorium “Dante Conrero”, con l’orchestra spettacolo Luigi Gallia che farà rivivere la possibilità di “fare quattro salti” dopo il lungo tempo delle restrizioni.

Il giorno di Pasquetta sarà il più denso di appuntamenti. La Messa solenne alle 10,30, animata dalla cantoria, sarà presieduta dal vicario generale monsignor Gianmario Cuffia; al termine della funzione sarà benedetto il tetto della chiesa. Per contribuire alle spese del restauro, nel pomeriggio alle 15, all’auditorium si terrà una vendita all’incanto di oggetti d’arte ricavati dalle travi e dalle lose del vecchio tetto, oggetti realizzati da artigiani e artisti quincinettesi e dei paesi limitrofi, che si sono resi disponibili per questa finalità.

La fanfara della Filarmonica Aurora allieterà i presenti con i suoi brani, in questo “pomeriggio insieme”. Un momento particolare sarà organizzato apposta per i bambini: davanti alla scuola materna verrà ripristinato il mural grazie all’artista Galliano Gallo, e contemporaneamente saranno espressi pensieri sulla pace, in collaborazione con l’associazione Cor et Amor e l’assessorato alla Gentilezza del Comune. La festa patronale sarà conclusa in serata da Radio Quincy Discomobile, con la partecipazione dei coscritti del 2004.

 

Scarmagno: in cammino lungo la Via Romea, sui sentieri del piccolo anfiteatro morenico

Lunedì 18 aprile, giorno di Pasquetta, l’associazione Via Romea Canavesana propone una giornata da trascorrere insieme, camminando e ammirando alcune delle perle che impreziosiscono il territorio del piccolo anfiteatro morenico su cui si snoda la Via Romea Canavesana, tra i Comuni di Scarmagno, Strambino, Romano e Perosa. Il ritrovo è alla terrazza panoramica del pluriuso di Scarmagno alle 9 (posteggio auto via Romano 20 davanti al Bar Movida) per la registrazione dei partecipanti. Si parte alle 9.30. Il pranzo al sacco verrà consumato all’ombra della Torre di Romano verso le 13 e il rientro al punto di partenza è previsto per le 17.30.

Sarà possibile vedere e visitare la chiesa di Sant’Eusebio al Masero di Scarmagno, la Madonna delle Vigne di Strambino, la ghiacciaia e il ricetto a Romano, la chiesa di Santa Maria di Morano a Perosa, la torre porta e i resti del ricetto. Il percorso ad anello è di circa 16 km su sentieri sterrati; è alla portata di chi ha dimestichezza con fondi accidentati-mulattiere con brevi dislivelli, non troppo impegnativi. Necessari abbigliamento e calzature adeguate (non scarpe da ginnastica).

La partecipazione è gratuita ma limitata a un massimo di 60 persone: prenotare entro le 18 di sabato 16 aprile su https://forms.gle/bjd2DGq1LSTXpXCFA. Per informazioni: 349/73.32.060. La passeggiata verrà rinviata a data da stabilire, in caso di condizioni climatiche avverse.

 

Verolengo: Pasqua al Santuario della Madonnina

Al Santuario della Madonnina, in un tempo martoriato dall’orrore della guerra, le comunità parrocchiali si affidano a Maria. Nella domenica di Pasqua, alle 10.30, celebrerà la Messa solenne il vescovo monsignor Edoardo Cerrato.

Esegui l'accesso per Commentare