Appuntamenti di sabato 16 marzo

Bollengo: incontri di Orosia

Il convegno “I giorni di Orosia” si realizza in collaborazione con Comune di Bollengo e Pro Loco. Quest’anno il convegno privato viene per la prima volta aperto al pubblico, e alcuni dei 60 posti sono a disposizione di chiunque voglia prenotarsi (info: www.orosia.it). L’appuntamento è per sabato 16 marzo alle 14,30 a Casa Magnolia, dove si terrà l’appuntamento quest’anno intitolato “In un vano pensiero”; gli interventi si protrarranno fino alle 20, alle 20,30 ci sarà la cena curata dalla Pro Loco.

Domenica 17 è il giorno del convegno aperto a tutti, che quest’anno ha per titolo “La buona vita”: il ritrovo è alle 10 nella sala Nuova Torre, dove si inizia con la proiezione del film di Dominique Marchais “Nessun uomo è un’isola”: presente il regista, che poi partecipa alla tavola rotonda insieme a uno dei protagonisti del film, Roberto Li Calzi della cooperativa agricola Le Galline Felici di Catania, e a Ercole Zuccaro, direttore di Confagricoltura Torino. Alle 12,30 Viti”culture” a rapporto: Ilaria Salvetti racconta il suo Passito di Caluso bio; e dalle 13 degustazione di Orosia (il prodotto delle viti locali, vinificato da Cieck), del vino della Salvetti e street food davanti alla Nuova Torre, a cura di Martino Motta Fré e Cascina dell’Allaas (miasse e prodotti locali).

La seconda parte del convegno si apre alle 14,30, con Susanna Cielo che racconta il progetto Orosia; quindi Elena Testa, referente dell’Archivio Nazionale Cinema di Impresa, illustra i tre cortometraggi “Il dopolavoro in tre realtà imprenditoriali: Fiat, Olivetti, Edison”, con in più un inedito di Ermanno Olmi. Alle 16 la tavola rotonda “Colture, culture, manifatture: perché un luogo è memorabile”: con i sindaci di Ivrea, Stefano Sertoli, e Bollengo, Luigi Ricca, il coordinatore del sito “Ivrea, città industriale del XX secolo” Unesco, Renato Lavarini, e Armando Michelizza, già assessore alla Cultura di Ivrea. Alle 17 l’ultimo appuntamento: la proiezione del film vincitore della sezione “Doc” del Torino Film Festival 2018, “In questo mondo” di Anna Kauber, presenti la regista e Alessandro Gaido, presidente di Piemonte Movie e fondatore di Glocal Film Festival.

 

Castellamonte: laboratorio bilingue

Sabato 16 marzo dalle 10,30, alla Biblioteca civica “Carlo Trabucco” di via Caneva 1, laboratorio di letture animate inglese-italiano dedicate alla fiaba “Peter Pan” e rivolto a bambini da 3 a 12 anni. Il programma: ripasso di vocaboli in inglese, lettura bilingue inglese-italiano, laboratorio creativo. Conducono Claire e Daniela. Partecipazione gratuita, prenotarsi in Biblioteca (0124/58.2787).

 

Castellamonte: Ricostruttori, “Dialogo sulla morte e sul morire”

Il gruppo dei Ricostruttori nella preghiera organizza sabato 16 marzo alle 16, nella propria sede di via Parella 68 a San Giovanni Canavese, una conferenza-dibattito sul tema “Collaborare con l’inevitabile – Dialogo sulla morte e il morire”. All’incontro, moderato da don Giorgio Foglia, parteciperanno la psicoterapeuta Silvia Donati e Vittorio Lo Valvo. L’ingresso è libero.

 

Chiaverano: spettacolo teatrale

E’ attivissima, la compagnia eporediese Andromeda, che venerdì 15 e sabato 16 marzo, alle 21, farà esordire sul palco del teatro “di casa”, il “Bertagnolio” di via del Teatro 19, un nuovo lavoro: “Provaci ancora Sam” di Woody Allen, per la regia di Tommaso Massimo Rotella coadiuvato da Matteo Chiantore. In scena Luca Vincent Pecora, Teresa Gioda, Fiorella Pacetti, Federico Orizzonte, Matteo Chiantore e Luisa Gioda. Biglietti 11 euro, per info e prenotazioni 338/37.81.032, www.compagniandromeda.it.

 

Colleretto Giacosa, commedia in piemontese

Sabato 16 marzo alle 20,45, nel salone “Piero Venesia” di piazza Vittime del Lavoro, la compagnia Piccolo Varietà presenta la commedia in piemontese “Un ver amis”. Biglietti 10 euro, info e prenotazioni 0125/64.11.61.

 

Ivrea: Giochi matematici, le semifinali nazionali al Polo Universitario Officina H

Saranno ben 317 studenti – provenienti da Canavese, Valle d’Aosta, Biellese e Vercellese – a contendersi  l’accesso alla finale nazionale ai Campionati internazionali di Giochi matematici, organizzati per l’Italia dall’Università “Bocconi” di Milano.  Sabato 16 marzo alle 14 al Polo Universitario Officina H, si terranno le semifinali che daranno l’accesso alle finali nazionali, a Milano sabato 11 maggio alla “Bocconi”.  In Italia saranno più di 60 mila i partecipanti e circa 6 mila i finalisti. La finalissima internazionale che proclamerà gli studenti campioni del mondo di matematica per categorie – dalla prima media all’università fino… al Grande Pubblico di qualsiasi età – si disputerà a Parigi ad agosto.

 

Ivrea: “#Immaginideipregiudizi”, una mostra diffusa

Si inaugura sabato 16 alle 10, allo Zac! del Movicentro, la mostra “#Immaginideipregiudizi”, curata dall’associazione Lucy. All’evento intervengono studentesse e studenti dell’Istituto “Albe Steiner” di Torino, educatrici, educatori e alcuni cittadini richiedenti asilo legati alla cooperativa sociale Progest. Trattandosi di una mostra diffusa, sarà possibile incrociare, per le vie di Ivrea, 64 fotografie realizzate dagli studenti dell’Istituto “Albe Steiner” di Torino, coordinati dalla professoressa Vita Nolè, e da alcuni cittadini richiedenti asilo. Il progetto e la mostra dei lavori mettono in luce le competenze relazionali di studenti e migranti sul tema pregiudizi, intolleranza e discriminazione. La mostra sarà visitabile fino al 5 aprile.

 

Ivrea: un “favoloso sabato in Biblioteca”

Nuovo appuntamento dei “Favolosi sabati in Biblioteca”, sabato 16 dalle 10,30 alle 12: il laboratorio “Bambine in gamba”, per bambini da 3 a 5 anni, con letture da “Alice Cascherina” di Gianni Rodari, “Il mostro peloso” di Henriette Bichonnier, “Pizzicamì Pizzicamè e la strega” sempre di Henriette Bichonnier. Partecipazione gratuita, iscrizione in Biblioteca nella mezz’ora precedente l’inizio del laboratorio. Consigliata la presenza dei genitori.

 

Ivrea: In mostra artisti, artigiani, arance

“AAA Artigiani Artisti Arance”: è questo il titolo della mostra che, dopo aver animato lo spazio Dakotart in via Arduino 99 nei giorni del carnevale, torna a essere visibile fino a fine mese negli stessi locali. Un viaggio fotografico (e non solo) che racconta e documenta la preparazione dello Storico Carnevale di Ivrea. La mostra viene inaugurata sabato 16 marzo alle 17,30, alla presenza dei protagonisti dello Storico Carnevale 2019, in primis la mugnaia Federica Ranieri in Grijuela e il Generale Vincenzo Ceratti. Sarà visitabile tutti i sabati e le domeniche di marzo dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18,30.

 

Ivrea: una mostra sulla Via Francigena in Santa Marta

S’inaugura venerdì 15 marzo, alle 17,30 in sala Santa Marta, la mostra fotografica “Il cammino del cielo – Le Vie Francigene del Piemonte”, curata dall’associazione culturale artistica Il Terzo Occhio Photography di Torino. I sei fotografi – Valerio Bianco, Franco Bussolino, Marco Corongi, Emilio Ingenito, Giorgio Veronesi, Pier Paolo Viola – autori della mostra, hanno ripercorso queste Vie con l’occhio del moderno viaggiatore e ognuno di loro ha reinterpretato il “cammino” seguendo le proprie inclinazioni e sensibilità. L’esposizione rimarrà aperta al pubblico sino al 24 marzo, dal lunedì al venerdì dalle 14,30 alle 18,30, sabato e domenica dalle 10 alle 12,30 e dalle 14,30 alle 18,30; ingresso libero. L’iniziativa, patrocinata dalla Città di Ivrea, si pone in linea con le azioni intraprese dall’Amministrazione comunale per la valorizzazione del tratto Morenico Canavesano della Via Francigena piemontese. La mostra è stata inoltre patrocinata dall’Associazione Europea delle Vie Francigene, di cui anche la Città di Ivrea è socia, e si avvale della collaborazione dell’associazione eporediese La Via Francigena di Sigerico.

 

Ivrea: mostra su Alemanni

Dallo scorso sabato 9 marzo e fino a sabato 25 maggio, al Museo civico “Pier Alessandro Garda” di piazza Ottinetti, è possibile visitare ”Spazio d’identità – Persone, natura e paesaggi di Tullio Alemanni”, una mostra, che rientra nel progetto Sinestesia sostenuto dalla Fondazione Crt, dedicata all’artista di origini calabresi, eporediese di adozione, e a quattro fotografi che presentano una loro personale rilettura di alcune opere. Tre i momenti inaugurali, per quella che è la più ampia retrospettiva dedicata al pittore: le oltre sessanta opere sono, infatti, presentate in un inedito allestimento a rotazione, che prevede l’esposizione fissa di alcune di alcune di esse e l’alternarsi di tutte le altre in tre momenti espositivi, cui sarà dedicata una presentazione: dopo quella di sabato scorso, ci saranno quelle di sabato 13 aprile e di sabato 4 maggio, sempre alle 17.

 

Moncrivello: convegno scientifico

Un convegno scientifico sull’appropriatezza prescrittiva nella diagnostica per immagini: si svolgerà sabato 16 marzo, nell’aula magna del complesso del Santuario del Trompone, ed è un corso rivolto principalmente, ma non esclusivamente, ai medici di base durante il quale saranno rilasciati crediti formativi. Il corso, organizzato dai Silenziosi Operai della Croce, inizia alle 8,30 con l’accoglienza e prosegue con quattro interventi sull’appropriatezza prescrittiva: Germana Musso parla dell’Rx tradizionale e dell’ecografia, Paolo Fonio, professore ordinario e direttore della Scuola di specialità di Radiologia e radiodiagnostica dell’Università di Torino, si concentra sulla Tomografia computerizzata (Tc), Giulio Cura-Curà, medico radiologo della clinica Santa Rita di Vercelli, sulla Risonanza magnetica e Costanza Iunco, medico radiologo della stessa clinica, sull’appropriatezza prescrittiva in senologia. A conclusione del corso, il professor Fonio affronta il tema sulle nuove norme in materia di radioprotezione. Durante la mattinata si può anche visitare il servizio di radiologia del complesso del Trompone, che tramite il Servizio sanitario nazionale, e non solo, offre all’utenza esami ecografici, radiografici, panoramiche dentarie, densitometrie ossee (Moc), risonanze magnetiche alle piccole articolazioni ed ecodoppler.al Trompone

 

Ozegna: al via il 44° Carnevale dei “Gavasun”

Prende il via sabato 16 marzo la 44a edizione del “Carnevale Ozegnese”: l’avvio sarà alle 21 con l’uscita dei “Gavasun” dal balcone della ottocentesca casa della Famiglia Ruspino in corso Principe Tommaso. Accolti dalla Banda Musicale “Succa Renzo” e dalle Majorettes “les A’ Marena”, i regnanti sfileranno per le vie del paese, con soste e degustazioni presso ognuno dei quattro rioni. Domenica 17, dopo la Santa Messa delle 10, avrà luogo la distribuzione dei fagioli grassi presso il palazzetto dello Sport, seguita dal pranzo conviviale. Mercoledì 20 i Gavasun visiteranno la scuola primaria e quella dell’Infanzia, oltre al Gruppo Anziani. Si riprenderà sabato 23 con la grande sfilata di carri allegorici.

 

Rivarolo: mostra fotografica di Aimo

Fino al 13 aprile, alla Biblioteca civica “Domenico Besso Marcheis” in via Palma di Cesnola 20, si può ammirare la mostra fotografica di Alessandro Aimo “Diversità + inclusione = valore”, che presenta immagini degli oltre 60 Paesi del mondo che Aimo ha visitato. Ingresso libero, dal martedì al sabato dalle 15 alle 18, mercoledì e sabato anche dalle 9,30 alle 12.

 

Strambino: Carnevale

Si aprono venerdì 15 marzo, le danze per quanto riguarda il Carnevale di Strambino: e intendiamo letteralmente, dal momento che si inizia con una serata in compagnia della discoteca Midnight Express, alle 21 al salone polifunzionale dell’ex Cotonificio. Sabato 16 alle 21, nel salone municipale in piazza del Municipio, il saluto dei Principi degli anni passati ai loro successori, che poi si affacciano al balcone per essere presentati alla folla insieme ai personaggi dei Rioni (Borgo del Fumo, Romanello, Tamboletto e Campagna); quindi la sfilata per le vie del paese, accompagnati da Pifferi, Tamburi e Majorettes di Lessolo, e l’arrivo al salone polifunzionale, per la serata danzante in maschera animata dall’orchestra Gruppo3.

Domenica 17 alle 9, al polifunzionale, il ritrovo dei personaggi dei Rioni e degli ex Principi, che si recano a dare la sveglia ai protagonisti dell’edizione 2019 della festa. Quindi la visita alla casa di riposo e alle 10,30, nel piazzale dell’ex Cotonificio, la distribuzione dei fagioli grassi. I carri allegorici e le maschere si ritrovano alle 13,30 in via Primo Maggio, da dove parte la sfilata per le strade del paese; alle 17, nel salone dell’ex Cotonificio, pomeriggio danzante animato dalla discoteca Midnight.

 

Valperga: assemblea degli Amici di Belmonte

È convocata per sabato 16 marzo, alle 16 al Teatro comunale Eugenio Fernandi di via Verdi 7 a Valperga, l’assemblea dei soci della onlus Amici di Belmonte, associazione nata per salvaguardare il patrimonio storico e religioso dell’omonimo santuario canavesano. All’ordine del giorno l’approvazione del bilancio consuntivo 2018 del sodalizio, la proposta di aumentare di due membri la composizione del Consiglio direttivo, l’ipotesi di accedere ai fondi del 5 x mille. Ci sarà poi modo di ricevere aggiornamenti sulla ventilata acquisizione del sito di Belmonte da parte della Regione Piemonte, ritenuta essenziale per evitare la perdita del tesoro di storia, cultura e fede messo a rischio dalla recente e forzata defezione dei Frati francescani che da quattro secoli custodivano il Santuario.

 

Villareggia: verso la “Sagra del brut e brut”

Come anteprima alla “Sagra del brut e brut”, allestita da Comune insieme a Parrocchia, associazioni e coscritti, sabato 16 marzo alle 18 ha inizio il raduno dei “Brut fuoristrada e 4×4”, nell’area sportiva. Nel vicino salone polivalente, alle 19,30, la cena del brut e delle specialità piemontesi (prenotazioni 331/76.50.145); alle 21,30 esibizione dei ragazzi della Dance e Music di Elena e Christian Bono in uno show di danze classiche e latino americani; quindi, dalle 22,30, il concerto della Shary Band per proseguire con le selezioni del d.j. Sergio Datta. La Sagra vera e propria avrà luogo dal 22 al 24 marzo.

Lascia una recensione

  Subscribe  
Notificami