Ascom Ivrea e Canavese dice sì al Tav

Ascom Ivrea e Canavese era presente con la sua presidente Luisa Marchelli, a fianco della presidente torinese Maria Luisa Coppa, all’incontro delle undici grandi organizzazioni di rappresentanza delle imprese torinesi e piemontesi, di tutti i settori economici, già insieme per dire “sì” alla Torino-Lione, e che hanno voluto nuovamente insieme dare un forte segnale di attenzione al territorio e al Paese richiamando il valore delle grandi infrastrutture necessarie per lo sviluppo dell’Italia in un contesto europeo di crescita.

 “In questo periodo stiamo lavorando moltissimo sul piano del territorio – dice Luisa Marchelli – e anche noi siamo convinti che senza infrastrutture e senza sinergie il nostro Paese non può che restare ai margini della ripresa economica. Il nostro territorio in particolare, grazie a nuove o migliori infrastrutture, in questo momento in cui siamo stati dichiarati ‘Sito Unesco’, troverebbe un
enorme beneficio soprattutto in termini turistici”.

A Torino sono giunti 2 mila delegati da tutta Italia in rappresentanza di Confindustria, Confcommercio, Confesercenti, Confartigianato, Casa Artigiani, Cna,  Legacoop, Confcooperative, Confagricoltura, Confapi e Ance. Al termine dei lavori è stato sottoscritto dagli 11 presidenti nazionali il Manifesto delle Imprese Italiane “Sì alla Tav! e alle grandi infrastrutture strategiche per l’Europa”.

“E’ stato un incontro molto importante di portata storica – ha dichiarato la presidente Maria Luisa Coppa – per la partecipazione congiunta di tutte le organizzazioni, che hanno fatto fronte comune nel richiedere un immediato intervento al Governo”.

Lascia una recensione

  Subscribe  
Notificami