Beata Carolina Kozka (1898 – 1914)

Nacque in una famiglia contadina polacca povera. Fu catechista e si consacrò all’assistenza di anziani e ammalati.

Durante la prima guerra mondiale fu aggredita da un soldato russo, ma si oppose alla violenza sessuale e per questo fu uccisa: aveva solo sedici anni.

Esegui l'accesso per Commentare