Beato Francesco Gjini Vescovo e martire (1886-1948)

Monsignor Frano Gjini, vescovo-abate di Sant’Alessandro a Orosh, nel distretto di Mirdita, esercitò il ministero episcopale impegnandosi a correggere le antiche usanze popolari che confliggevano con l’insegnamento della Chiesa.

Convocato dal dittatore Enver Hoxha, rifiutò di essere a capo di un’ipotetica Chiesa di Stato, affermando con coraggio che mai avrebbe separato il suo gregge dalla Santa Sede. Fu condannato a morte l’8 gennaio 1948 e fucilato l’11 marzo seguente insieme ai padri francescani Cyprian Nika e Mati Prennushi. Inseriti tutti e tre nel gruppo dei 38 martiri uccisi in Albania durante il regime comunista, sono stati beatificati a Scutari il 5 novembre 2016.

Esegui l'accesso per Commentare