I risultati dei controlli della Polizia Stradale sui pullman delle gite scolastiche

Anche quest’anno scolastico è terminato e la Polizia Stradale della Polizia di Stato fa il punto della situazione per quanto concerne la “Sicurezza stradale” relativa al trasporto studentesco per i viaggi eseguiti con autobus.

La realtà torinese è stata la prima a sperimentare la nuova forma di partenariato, che ha visto la stretta collaborazione tra Polizia Locale di Torino e la Sezione Polizia Stradale di Torino, sinergia che ha permesso non solo di coprire un territorio più vasto ma soprattutto di aumentare i controlli e di conseguenza il grado di sicurezza di questo delicato e particolare regime di trasporto di persone.

Il coordinamento dell’iniziativa, a cura della Sezione Polizia Stradale e la puntuale disponibilità offerta dalla Polizia Locale di Torino, hanno permesso, durante l’anno scolastico appena concluso, di sottoporre a controllo 380 autobus dei quali solo 247 sono risultati regolari e in efficienza mentre per i restanti sono emerse irregolarità che hanno fatto posticipare o annullare il viaggio di istruzione.

Nell’ambito della sola città di Torino la Polizia Locale, con l’impiego di circa 233 unità, ha contestato 277 infrazioni, molte delle quali relative ai tempi di guida o di riposo non rispettati dagli autisti.

In provincia, invece, l’impiego di circa 104 equipaggi della Polizia Stradale della Polizia di Stato, ha consentito di controllare 122 autobus, rilevando 29 infrazioni spesso relative alle cinture di sicurezza non funzionanti.

Questa specifica attività di controllo, nata dalla collaborazione tra Polizia di Stato e MIUR, motivata dallo scopo di far viaggiare in sicurezza i nostri ragazzi durante i loro viaggi d’istruzione, è stata anche occasione per sensibilizzare i Dirigenti scolastici sull’importanza di scegliere aziende di autotrasporto che offrono gradi di sicurezza maggiori, sebbene ciò possa essere associato ad un dispendio economico di poco superiore al normale.

Il momento del controllo, poi, ha favorito la comunicazione con gli studenti a bordo del pullman, informandoli sull’importanza dell’uso delle cinture durante il viaggio, valore aggiunto e indispensabile per garantire maggiore sicurezza in caso d’incidente.

Lascia una recensione

  Subscribe  
Notificami