Ivrea: la Polizia sequestra un immobile e denuncia 5 persone per produzione e commercio clandestino di esplosivi

Gli agenti del Commissariato di Ivrea hanno scoperto e sequestrato un’immobile di circa 400 metri quadrati utilizzato come fabbrica clandestina di materiale esplosivo. Con l’ausilio di personale del Reparto Prevenzione Crimine di Torino e delle squadre degli Artificieri e dei Cinofili specializzati nella ricerca di armi ed esplosivi, hanno individuato lo stabile in oggetto e hanno denunciato 5 persone per produzione e commercio clandestino di esplosivi, ricettazione e sostituzione di persona.

Si tratta di tutti cittadini italiani con età comprese tra i 63 e i 33 anni.

La merce veniva confezionata utilizzando il marchio di una ditta che produce realmente fuochi di artificio. Sono in corso indagini finalizzate a scoprire eventuali altri membri della banda e la destinazione di questa ingente produzione, si parla infatti di svariate centinaia di chili di materiali.

L’intera operazione durata diversi giorni ha consentito di sequestrare: lo stabile in cui veniva svolta l’attività clandestina, situato davanti ad un’azienda di Energia e Gas, con connessi pericoli di deflagrazioni; 2 furgoni utilizzati per il trasporto delle presse idonee per assemblare le componenti utilizzate per produrre la polvere da sparo, nonché per trasportare il prodotto lavorato al committente; 1 auto appartenente ad uno degli indagati con la quale venivano trasportati i botti da vendere al dettaglio previa dimostrazione come è stato appurato dai pedinamenti eseguiti; 50 candelotti esplosivi super Cobra 6 con l’etichetta il cui principio attivo di polvere pirotecnica presente equivale a più di 50 grammi ognuno.

Lascia una recensione

  Subscribe  
Notificami