Ivrea, Patrimonio Unesco, Città Industriale XX secolo. ll futuro è qui, oggi.

Ci sono cerimonie di inaugurazione, che solitamente invocano tracce del passato, e cerimonie di ufficializzazione, che proiettano obiettivi e intenzioni verso il futuro. Quello che è accaduto questa mattina ad Ivrea, in via Jervis, davanti alla portineria del pino, vuole essere un passo significativo verso una crescita industriale, culturale, storica e sociale capace di unire e consolidare le persone e le eccellenze di Ivrea e del Canavese.

Ivrea, Patrimonio Unesco, come città industriale del XX secolo, è un riconoscimento, oggi consacrato con una targa, che racchiude in se valori storici e imprenditoriali unici, e consegna alla comunità eporediese la responsabilità di proseguire la strada dello sviluppo e della contaminazione tecnologica. La mattinata è incominciata in Confindustria Canavese con l’incontro dei vertici di Olivetti, l’Amministratore Delegato, Ettore Spigno, il Responsabile delle Risorse Umane, Simone Cascino, e Gaetano di Tondo, Direttore Relazioni Esterne e Istituzionali e Presidente Archivio Storico Olivetti, che hanno incontrato insieme al Presidente, Patrizia Paglia e al Direttore, Cristina Ghiringhello dell’Associazione degli Industriali, una ventina di ragazzi che hanno vinto i primi premi dell’Olivetti Design Contest 2018/2019. “Oggi abbiamo disegnato la traiettoria della Olivetti del futuro ed è un altro giorno importante della nostra storia di innovazione” – afferma Ettore Spigno, AD di Olivetti – “La nostra costante presenza in Confindustria Canavese dimostra la volontà di continuare ad investire sul territorio e collaborare con le imprese e con le scuole per lo sviluppo di Ivrea e del Canavese”.

“L’opportunità di ospitare la mostra dei lavori vincitori dell’Olivetti Design Contest 2018/2019 – aggiunge il Direttore di Confindustria Canavese, Cristina Ghiringhello- e inaugurarne oggi l’esposizione proprio all’interno della nostra struttura, che rappresenta la casa degli imprenditori canavesani, è per noi tutti uno spunto di innovazione e di visione nuova verso il futuro”. A seguire si è svolta in via Jervis la presentazione della targa Unesco di Ivrea Città Industriale del XX Secolo e un momento di dialogo e confronto istituzionale all’interno dello storico Salone dei 2000.

“La storia di Olivetti è un patrimonio di cultura Industriale che ha una portata mondiale, ieri come oggi – ha dichiarato Patrizia Paglia, Presidente di Confindustria Canavese – sia come visione imprenditoriale sia come contaminazione sociale e culturale che sul nostro territorio è un volano di ispirazione importantissimo. Con la cerimonia odierna firmiamo un patto con il futuro, pensando in modo globale alle nuove generazioni, dove il pensiero di fabbrica per le persone si coniuga con la ricerca del bello, dell’ingegno, della vivacità intellettuale, ingranaggi fondamentali per le nostre imprese e per il nostro territorio, finestra Industriale nel mondo”

Lascia una recensione

  Subscribe  
Notificami