Mauro Salizzoni: “Musei, cinema e teatri potrebbero diventare degli hotspot vaccinali”

«L’idea di destinare alcuni spazi del Castello di Rivoli a sede per la campagna di vaccinazione contro il Covid-19 mi sembra estremamente interessante e mi auguro che, partendo da questo progetto pilota che interessa il nostro Museo d’arte contemporanea, si possa valutare un coinvolgimento dei luoghi della cultura in questa complessa campagna vaccinale”, così si è espresso Mauro Salizzoni, vice presidente del consiglio regionale piemontese.

Qualche settimana fa, infatti, Ilaria Capua aveva lanciato l’idea del “CineVax”, ovvero trasformare cinema e teatri oggi desolatamente vuoti in hotspot vaccinali. Musei, cinema e teatri sono luoghi idonei sotto il profilo logistico e organizzativo, con tutte le caratteristiche necessarie per assicurare una gestione ordinata delle procedure vaccinali. “E soprattutto – conclude Salizzoni – si realizzerebbe un virtuoso incontro tra la sanità e il mondo della cultura e dell’intrattenimento, ovviamente prevedendo adeguate risorse a favore di uno dei settori oggi maggiormente in sofferenza”.

Mauro Salizzoni annuncia che porterà la proposta quanto prima in IV Commissione, chiedendo all’assessore Luigi Icardi di valutarla ed approfondirla».

Esegui l'accesso per Commentare