San Giusto, altre novità per i parcheggi auto

Se la scorsa settimana abbiamo sottolineato la bella iniziativa dei parcheggi in rosa, questa volta ci soffermiamo su alcune piccole novità, ancora in tema di parcheggi in pieno centro cittadino, sull’arteria principale, viale XXV Luglio. Di fronte all’unica edicola dei giornali e a un frequentato bar, sul lato opposto della strada, sovente capitava di vedere parcheggiati grossi trattori: e forse la manovra incauta di uno di questi è stato il motivo per cui è stata trovata divelta la retina posta lungo quel tratto della passeggiata ottocentesca.

Un’apposita ordinanza comunale ha stabilito il divieto di parcheggio per autocarri e trattrici agricole: pertanto la sosta ora è “consentita sotto gli alberi esclusivamente a veicoli con massa inferiore a 3,5 tonnellate”. Difatti ultimamente non si sono più visti mezzi agricoli in quel luogo: tanto più che ci sono la vicinissima piazza don Scapino e diversi altri luoghi idonei nelle immediate vicinanze per parcheggiare i propri possenti veicoli per un ristoro, una commissione, quattro chiacchiere.

Altra piccola novità, poco più in là, riguarda piazza Vittorio Veneto: durante il mercato settimanale del giovedì mattina (ma anche per gli altri giorni) è stato istituito un’ulteriore possibilità per lasciare in sosta i propri mezzi di trasporto, come da segnaletica posta dal comune. Non che in paese vi sia penuria di parcheggi, tutt’altro: ce ne sono a iosa un po’ ovunque, fra recenti strisce (bianche, gialle o, appunto, rosa che siano) e i controviali.

Tuttavia, anche per sopperire a qualche parcheggio disordinato, dovuto per lo più a pigrizia o fretta, a pochi passi c’è un grande spazio verde facilmente accessibile dove poter lasciare la propria autovettura e fare tranquillamente le spese settimanali: evitando multe impreviste (e sacrosante), diminuendo altresì la sempre presente possibilità di piccoli incidenti, in un area parecchio frequentata da pedoni e veicoli.

Esegui l'accesso per Commentare