“Un Po prima del mare” ci sono tantissimi rifiuti

Domenica scorsa 23 maggio si è svolta la manifestazione _Un po prima del mare_ con l’obiettivo di bonificare dai rifiuti gli argini del fiume Po e dei suoi affluenti dal Piemonte al Veneto. Nel corso della giornata, i gruppi di volontari, coordinati dall’associazione Plastic Free Onlus, hanno ripulito le sponde dalla plastica e non solo, raccogliendo rifiuti di ogni genere abbandonati per l’incuria e la maleducazione delle persone.

Nella zona del Canavese hanno aderito Ivrea e Strambino, con il patrocinio dei rispettivi Comuni e il coordinamento da parte di SCS delle successive operazioni di raccolta e smaltimento dei rifiuti recuperati dai volontari di Plastic Free. In particolare le aree coinvolte sono state per Ivrea le rive del fiume Dora fino al confine con il Comune di Banchette, il Parco Fluviale Dora Baltea, mentre per il comune di Strambino le rive del Chiusella in corrispondenza della frazione Cerone.

Sono stati raccolti complessivamente nei due Comuni una quarantina di sacchi di rifiuti per lo più indifferenziati e, soprattutto nella zona di Strambino, inerti (ceramica, sanitari, lavandini), materassi, lavatrici e latte di vernice che verranno poi conferite nel centro di raccolta. L’iniziativa ha visto la partecipazione di 85 persone, famiglie, bambini, giovani e meno giovani che muniti dei propri guanti e dei sacchi forniti da SCS o portati da casa hanno dato un importante messaggio di rispetto del proprio territorio, di educazione e impegno per la salvaguardia dell’ambiente.

Esegui l'accesso per Commentare