Appuntamenti di domenica 23 dicembre

Caravino: i presepi

 Venti presepi allestiti lungo le strade del capoluogo e della frazione Masino e nelle due chiese, fino al 6 gennaio: sono liberamente visitabili per l’intero periodo natalizio. I presepi sono stati realizzati dalla popolazione, che li ha posizionati negli scorci più caratteristici di Caravino e Masino. Partendo dallo storico e bellissimo presepe della chiesa parrocchiale del capoluogo, si passa al grande presepe realizzato da Paola e Teresa con la Pro loco in piazza Marconi, ai presepi nei Pozzi di Masino, fino al tenero presepe realizzato dai bimbi in punta a via Garibaldi. Dal sito del Comune (http://comune.caravino.to.it) è possibile scaricare la mappa delle installazioni, o semplicemente andare a zonzo, alla scoperta dei presepi e delle altre bellezze dei due paesi.

  

Chivasso: teatro per bambini

 Secondo appuntamento dedicato ai bambini e ai loro genitori, al Teatrino Civico, per la rassegna “Futuri oggi” organizzata da Faber Teater..

Il secondo appuntamento strizza, ovviamente, l’occhio al Natale: domenica 23 dicembre, con inizio alle 16, Claudio Milani presenta “La conta di Natale”, in cui conosceremo uno speciale Calendario dell’Avvento: il tradizionale conto alla rovescia fino al 24 dicembre si comporrà di storie, brevi racconti, pupazzi, giochi e qualche dolcetto per i più fortunati.

A fine pomeriggio, merenda dopo-spettacolo: ai bambini che si presenteranno alla Pasticceria Bonfante di via Torino 29 con il biglietto, verrà offerta una fetta di torta. Fuori dal teatro, invece, ci saranno i giochi di Giocarpensando.

I biglietti costano 5 euro, ingresso gratuito per i bambini fino a 4 anni compiuti. La prenotazione è fortemente consigliata: rivolgersi alla biblioteca MoviMente (allo 011/04.69.920 o scrivendo a sportello.turismo@comune.chivasso.to.it). Per informazioni visitare il sito internet www.faberteater.com.

  

Frassinetto: il “Dignal ant al cianton vei”

 Dalle 11 alle 18 di domenica 23 dicembre rivivono nel centro storico, lungo via Borgiallo, le antiche tradizioni natalizie con “Dignal ant al cianton vei”, con allestimenti di stagione, degustazioni di polenta, caldarroste, frittelle, vin brulé e tante sorprese.

 

Ivrea: laboratori per ragazzi e mostra da DakotArt

 Laboratori d’arte per bambini e bambine, a cura di Luca Zurzolo, nelle prossime domeniche di dicembre da DakotArt in via Arduino 99: domenica 23, dalle 15,30, “Il paesaggio scomposto” e domenica 30 “Self portrait”. Il costo è 8 euro, prenotazioni 345/27.33.649, zurzolo.art@gmail.com. Fino al 6 gennaio, inoltre, da DakotArt è visitabile la personale di Lino Ricco “A/R”, quadri realizzati utilizzando materiali “extrapittorici”. L’artista affida a prodotti come nylon, cemento, cartone e altri la funzione di interruttori capaci di evocare nel pubblico scenari immaginari, lontani, nascosti. Visite in orario pomeridiano.

  

Locana: Chironio e i presepi da scoprire

 Quarta edizione di “Chironio e i presepi da scoprire”, fino al 6 gennaio nella borgata locanese. La passeggiata può essere affrontata liberamente dai visitatori a qualsiasi ora.

 

Montanaro: Messa di Natale per la Cri

 Domenica 23 dicembre alle 18, nella chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta, viene celebrata la Messa di Natale per il comitato locale della Croce Rossa.

  

Pavone: recita di Natale

 Gli animatori della Parrocchia di Sant’Andrea Apostolo di Pavone Canavese invitano alla recita di Natale che si terrà domenica 23 dicembre, alle 16 nella Chiesa Parrocchiale: lo spettacolo si intitola “Occhi nuovi”, quelli che servono per vedere la realtà al di là delle apparenze e fare una lettura degli eventi oltre ciò che sembra. La recita è a cura degli stessi animatori ed è interpretata dai bambini e ragazzi che tutti i sabati pomeriggio partecipano agli incontri di catechismo ed alle attività dell’oratorio parrocchiale.

 

Ronco: la Borgata dei presepi

 Pezzetto è tornata ad essere la Borgata dei Presepi: strade e vicoli del borgo alpino, nel territorio del Parco del Gran Paradiso, si sono riempite di presepi realizzati utilizzando oggetti di uso comune ed elementi naturali, opere originali, creative, talvolta stravaganti e simpatici. La borgata è visitabile liberamente di giorno e di sera (quando i presepi sono illuminati), fino al 6 gennaio.

 

San Benigno: i presepi dei borghi

Sono ancora visitabili i “presepi monumentali” nei 4 borghi di San Benigno: il centrale Rione Là Drint, per ragioni di utilizzo per funzioni della sua chiesa di Santa Croce, lo allestisce in un locale attiguo; nelle rispettive cappelle lo realizzano invece i borghi di San Grato, San Sebastiano, San Nicolao. Domenica 23 dicembre e il giorno dell’Epifania (quando ci saranno pure i Re Magi (che in rappresentanza dei 4 borghi… saranno eccezionalmente 4): Santa Messa al mattino e visita ai presepi nel pomeriggio.

 

San Giusto: Natale sangiustese

Domenica 23 proseguono gli appuntamenti del “Natale sangiustese”: dalle 17 al salone “Gioannini”, l’associazione Cirimela presenta il musical “Canto di Natale”, liberamente tratto dal racconto di Charles Dickens, a seguire la “Festa degli auguri”. Sabato 24, dopo la Messa di Mezzanotte, gli auguri attorno al falò assieme ad associazione Vivere a Colori e coscritti del 2001. Infine, lunedì 31, appuntamento al salone “Gioannini” alle 20 per il cenone organizzato dal Centro anziani “Enrico Tino”.

 

Strambino: concerto per De Andrè

Nella Sala Unità d’Italia a Palazzo Municipale (piazza del Municipio), domenica 23 dicembre alle 16 il gruppo Megun e il Coro Polifonico di Ivrea presentano “La Buona Novella”, concerto ispirato all’opera di Fabrizio De Andrè. Ingresso libero.

  

Verolengo: mostra di presepi

Nella chiesa della Santissima Trinità è allestita la quarta edizione della mostra dedicata ai presepi, realizzati, con l’utilizzo di diverse tecniche e materiali, da bambini, adulti, gruppi di alunni e associazioni locali. L’esposizione sarà aperta e visitabile fino al 6 gennaio.

Esegui l'accesso per Commentare