Seleziona Pagina

Appuntamenti di sabato 17 marzo

Banchette, cena di chiusura del carnevale

Al salone pluriuso della scuola media, in via Torretta, alle 20 ha inizio la cena di chiusura del carnevale (prenotazioni 333/32.71.763), nel corso della quale vengono estratti i biglietti della sottoscrizione a premi.

 

Bollengo, “I giorni di Orosia”

Seconda edizione per “I giorni di Orosia” (direzione artistica di Emanuela Piovano), progetto quest’anno dedicato al tema del pellegrinaggio che presenta al pubblico iniziative e spettacoli utili a dar vita a riflessioni sulle buone relazioni, la valorizzazione dell’ambiente e la conoscenza e promozione di prodotti enogastronomici locali.

Sabato alle 10, dalla Nuova Torre in via Cossavella, parte una passeggiata eno-cultural-gastronomica in otto tappe (prenotazione obbligatoria al 338/76.41.090 o al 333/97.10.400): si parte con una mappa e un passaporto che, timbrato in tutte le tappe, darà diritto ad uno sconto del 10% sull’acquisto dei prodotti dagli stand presenti; in ogni tappa saranno serviti un vino del territorio e un piatto tipico, ci saranno un concerto, un omaggio a luoghi e personaggi della storia e laboratori del gusto per i più piccini. Alle 15,30, nella chiesa dei Santi Pietro e Paolo in località Pessano, arrivo dei pellegrini e vendita di vini e altri prodotti locali; quindi il concerto di fisarmoniche della Fisaorchestra “Pietro Deiro”. Alle 17 anteprima nazionale del film “Petit paysan–Un eroe singolare”, alla presenza del regista Hubert Charuel e di Lodovico Actis Perinetto, presidente regionale della Confederazione Italiana Agricoltori.

Domenica alle 9,30, nella sala Nuova Torre, presentazione di “Esperienze di vita comunitaria” da parte di Luigi Giario Fraire del Villaggio Solidale Artaban di Burolo. Alle 10,30 proiezione dei film “Il paese dell’anima” di Victor De Sanctis e Remigio Del Grosso e “Pellegrinaggio a Lourdes” di Aristide Bosio, dedicati ai pellegrinaggi aziendali organizzati tra la fine degli anni ‘50 e l’inizio dei ‘60 da Fiat e Olivetti (a cura dell’Archivio Nazionale Cinema d’Impresa, presentati dalla responsabile Elena Testa). Alle 11 il convegno dedicato alla Via Francigena, presenti Massimo Tedeschi, presidente dell’Associazione Europea delle Vie Francigene, e il sindaco Luigi Ricca; e alle 12 la presentazione del progetto di restauro della chiesetta di Sant’Eurosia e della realizzazione dell’Ecomuseo del Pellegrinaggio (con la partecipazione degli architetti Alessandro Gastaldo Brac e Alberto Beata). Alle 13 street food curato dall’azienda agricola Motta Fré che propone la vera miassa da farina di mais macinata a pietra. Alle 14,30 la proiezione del film ‘Free to run-Liberi di correre” di Pierre Morath, con la voce del d.j. Linus. Il costo della passeggiata di sabato è 15 euro, 10 per i ragazzi con meno di 14 anni; prenotazione obbligatoria al 338/76.41.090 o al 333/97.10.400. “I giorni di Orosia” sono realizzati in collaborazione con Comune e Pro loco di Bollengo, Film Commission Torino Piemonte, Archivio nazionale Cinema di impresa-Centro Sperimentale di Cinematografia, Coldiretti, Confagricoltura, Consorzio Erbaluce e Carema, Cantina sociale della Serra, Azienda agricola Cieck, Azienda agricola La Masera, Azienda agricola Pozzo, Azienda agricola Stefano Cossavella, Cascina dell’Allaas, associazione La Via Francigena di Sigerico di Ivrea.

 

Brosso, carnevale

Per tradizione è l’ultimo dei carnevali canavesani, quello organizzato dalla Pro loco di Brosso. Sabato alle 14,30 pomeriggio in piazza della Repubblica per i più piccini con il clown Riki Rurk; alle 21, in piazza Sclopis, presentazione dei personaggi carnevaleschi e avvio della fiaccolata che si conclude, alle 22 a La Piscina, con la serata danzante in compagnia dell’orchestra Acquamarina. Domenica in piazza Sclopis, alle 11,30, distribuzione dei fagioli grassi; alle 14,30 abbruciamento del castello nei pressi della chiesa di San Michele e avvio della sfilata allegorica di carri e maschere. Alle 21,30, in piazza Sclopis, l’abbruciamento dello scarlo seguito dalla serata danzante a La Piscina dove, sabato 24 alle 20,30, si terrà la cena a base di polenta e merluzzo (prenotazione al 347/36.00.827).

 

Caluso, “la festa delle meraviglie”

Alla Cantina Gnavi in via Cesare Battisti 8 va in scena il territorio con l’iniziativa “Alice in Canavese, la festa delle meraviglie”. Sabato dalle 17 fino a notte “merenda CanaveSinoira”, con degustazione di cibi e bevande del territorio, preparazione di cocktail con vini, amari e distillati canavesani, una festa nell’aia per riscoprire antiche usanze e i gusti della tradizione.

Domenica, dalle 11 al tramonto, la Cantina Gnavi accoglie artisti e artigiani del gusto. Espongono Elena Mirandola (opere pittoriche e di grafica), Brenno Pesci e Nino Ventura (bassorilievi e sculture in terra cotta di Castellamonte), Galliano Gallo (opere pittoriche). Esposizione, degustazioni e dimostrazioni delle produzioni degli artigiani del gusto: Cascina Bonasera presenta la colomba pasquale al profumo di Caluso Passito, l’azienda agricola l’Ort de Tchampiy porta i suoi distillati dal Parco nazionale Gran Paradiso e l’amaro di erbe Arduino del Consorzio operatori turistici Valli del Canavese; ci sono BarBun, l’hipster che fa i cocktail in una mixology canavesana, La Cascinassa con formaggi caprini e insaccati, Apicoltura Lauriola, Matteo Villa e le sue tome della Valchiusella, Giordano con cioccolato e golosità pasquali; Pasta & Co. propone pasta ripiena da grani antichi e agnolotti con ripieni canavesani (salampata, miele e tome della Valchiusella), Cascina Torrione farine, oli e semi, Prever vini rari della valle di Susa. Inoltre Fiorire (la tavola fiorisce per la Pasqua) e il Salotto Parrucchiera. I partecipanti vengono accolti da un calice di Erbaluce di Caluso docg offerto dai padroni di casa, Carlo e Giorgio Gnavi. L’evento è organizzato in collaborazione con il Consorzio operatori turistici Valli del Canavese, info 348/22.31.844.

 

Castellamonte, si inaugura il Fiabosco

Giornata inaugurale della seconda stagione del Fiabosco (info e prenotazioni 391/75.90.598 dalle 9,30 alle 18,30, www.fiabosco.it), primo parco emozionale in Canavese, in frazione Filia: a gestirlo sono WowEventi e la struttura ricettiva Equin’Ozio, forti delle esperienze maturate nel campo del “family enterteinment”. La proposta è un mix tra passeggiata in ambiente naturale di rara bellezza, bosco delle fate irlandese, percorso avventura e spettacolo teatrale. Il primo tour inizia alle 10. Apertura della “spring edition” fino al 17 giugno, per i privati nei weekend, durante la settimana per scuole e gruppi.

 

Castellamonte, mostra

La mostra “La donna che diventerò-Dedicato alle autrici”, allestita a Palazzo Botton su un’idea della ceramista Maria Teresa Rosa, è visitabile nei giorni feriali dalle 16 alle 19, domenica dalle 10 alle 12,30 e dalle 15,30 alle 19. In mostra le bottiglie in ceramica antropomorfe realizzate da Maria Teresa Rosa ispirandosi ai racconti che dodici autrici hanno raccolto nel volume “La donna chi diventerò” (edizioni Hever).

 

Chiaverano, spettacolo teatrale

Alle 21 va in scena al Teatro “Bertagnolio” di via del Teatro 19 lo spettacolo “Più forte ti scriverò”, la più recente realizzazione della compagnia Andromeda, che si è cimentata in un omaggio a Lucio Dalla: uno spettacolo in cui si amalgamano luci, suoni, voci e movimento. Le voci sono quelle di Teresa Gioda, Matteo Chiantore, Luca Spitale, il movimento è garantito dai danzatori Fiorella Pacetti, Alice Mistretta, Sara Ugorese, Ottavia Capussella, chitarra e suoni sono quelli dell’ospite speciale Marco Ghiringhello. Biglietti 11 euro, ridotti (under 12) 8 euro; per info e prenotazioni 338/37.81.032.

 

Chivasso, a teatro con il Tenente Colombo

“Tenente Colombo–Prescrizione omicidio” è lo spettacolo che va in scena sabato 17, alle 21 al Teatro dell’oratorio “Carletti”, in anteprima nazionale. Sul palco Barbara Cinquatti, Maria Elvira Rao, Claudio Orlotti, Grazia Audero e Ivan Fabio Perna, che è anche il regista. Lo spettacolo fa parte della rassegna “Orizzonti di scena”.

 

Cuceglio, cena dei bolliti

La Pro loco organizza la cena dei bolliti misti, alle 20 alla Tenuta Roletto di via Porta Pia. Costo 23 euro, menu alternativo per i bambini fino a 10 anni, costo 12 euro. Info 333/23.40.701, 349/33.14.898.

 

Ivrea, anteprima del Jazz Festival

Scomoda addirittura Erasmo da Rotterdam e il suo “Elogio della follia” Massimo Barbiero, deus ex machina dell’Open Papyrus Jazz Festival di Ivrea e Canavese, la cui trentottesima edizione avrà un’anteprima questo sabato 17, per entrare nel vivo da giovedì 22 e sabato 24 marzo.. Ma veniamo al sodo. Sabato 17 si parte, alle 19 al Museo “Garda” con l’anteprima del festival: gli Enten Eller presentano “Minótauros”, progetto per quattro musicisti e quattro danzatrici: Alberto Mandarini alla tromba, Maurizio Brunod alla chitarra, Giovanni Maier al contrabbasso e Massimo Barbiero alla batteria e le danzatrici Giulia Ceolin, Roberta Tirassa, Sara Peters, Tommaso Serratore.

 

Bonfante, una mostra al Museo ‘Garda’ di Ivrea

L’associazione Archivio Storico Olivetti, in collaborazione con il Museo civico “Garda”, Francesca, Paola e Valeria Bonfante e l’Archivio nazionale del Cinema d’Impresa ha allestito la mostra “Egidio Bonfante. Un caleidoscopio di ritmi colori e atmosfere”. Inaugurazione sabato 17 alle 17, al Museo in piazza Ottinetti. La mostra sarà poi aperta fino al 14 luglio. La mostra dedicata a Egidio Bonfante presenta una serie di opere messe a disposizione dalle figlie Francesca, Paola e Valeria, insieme ad alcuni documenti storici provenienti dalle collezioni dell’associazione Archivio Storico Olivetti, con l’obiettivo di far emergere la curiosità tipica di Bonfante, la sua freschezza inventiva e il suo spirito giocoso, tappe principali della sua personale ricerca artistica. Maggiori info sui siti www.archiviostoricolivetti.it o www.museogardaivrea.it.

 

Ivrea, Fumettiamoci

“Fumettiamoci”, laboratori di disegno e fumetto per bambini, è in svolgimento alla Biblioteca civica di piazza Ottinetti 30. Il primo ciclo, riservato a bambini da 6 a 9 anni (massimo 15 posti) è dedicato a “I fumetti dalla preistoria ad oggi”; nel presente incontro si parla di “Nascita del fumetto”: con immagini, parole e suoni onomatopeici si realizzerà un breve fumetto, lasciando ai bimbi molta libertà d’espressione, pur seguendo le regole basilari per la stesura del fumetto stesso. Appuntamento alle 10,30, iscrizione obbligatoria allo 0125/41.05.10.

 

Ivrea, laboratorio di disegno per bambini

“Guarda che artista!” è il titolo del laboratorio di disegno e pittura dedicato ai bambini da 6 a 10 anni che si tiene il sabato, dalle 10 alle 12, alla Libreria Didattica Più di via Guarnotta 33 (info e adesioni 0125/40.105). Questo sabato 17 marzo sarà dedicato alla tecnica della sanguigna e i capolavori ai quali ci si ispirerà saranno quelli di Leonardo da Vinci. I disegni più belli riceveranno un premio: a decretare i vincitori sarà una giuria di artisti locali, composta da Galiano Gallo, Eugenio Pacchioli, Angela Ferrari e Lucia Panzieri.

 

Ivrea, incontro con l’autore

Viene presentato dall’autore stesso, alle 17 nei locali della chiesa valdese in via Torino 217, il libro di Emanuele Fiume “Giovanni Calvino. Il riformatore profugo che rinnovò la fede e la cultura dell’Occidente”. Ingresso libero.

 

Noasca, carnevale

Terza edizione del Carnevale delle Valli, la festa conclusiva dei carnevali delle Valli Orco e Soana, l’occasione per trascorrere in compagnia una serata ricca di divertimento e tradizioni: alle 19 in Municipio presentazione dei personaggi locali, Re Vittorio Emanuele II e la Contessa del Vallone di Noaschetta e di Deserta: a rendere loro omaggio, i personaggi di Ceresole Reale con l’associazione Reis ‘d Biru, il Magnin e la Magnina di Locana, il Peilacan e le damigelle di Pont Canavese, il Ruga e l’Achapineri della Valle Soana, il Luluc e la Lulucca di Frassinetto, i Conti di Volpiano, i personaggi di Chialamberto, il gruppo storico di Agliè e i Pifferi e Tamburi di Arnad. Cena alle 20 al PalaNoasca, in borgata Gere Sopra (prenotazioni 340/68.62.651, 348/74.22.491) e alle 23 falò in piazza Battaglione Levanna, seguito dalla serata danzante al PalaNoasca con la discoteca Music Light.

 

Pavone Canavese, Passio Christi

A partire dalle 20,30 le vie centrali di Pavone si trasformano nella Gerusalemme di duemila anni fa, grazie agli oltre duecento attori e figuranti in costume antico dell’associazione Passio Christi Canavese, che mettono in scena la sacra rappresentazione della Passione di Gesù: 18 tra scene e stazioni itineranti animate, che attori e comparse vivacizzando recitando un copione completamente rinnovato nel testo rispetto alla precedente edizione. Il pubblico è assistito e accompagnato da personale apposito, che ha il compito di agevolare gli spostamenti lungo tutto l’itinerario della rappresentazione; si può inoltre fruire di un servizio di piccola ristorazione (piatto unico e bevande al costo di 6 euro) proposto e gestito dalla Pro loco. In caso di maltempo, l’iniziativa si terrà sabato 24. Per info: https://passiochristicanavese.weebly.com o la pagina Facebook dell’associazione.

 

Rendez-vous Francoprovensal a Pont Canavese

Sabato 17 marzo, alle 16.30 nella sala della Società Operaia di via DeStefanis 9 a Pont Canavese è in programma il secondo dei “Rendez-Vous francoprovensal” (incontri con personaggi ed esperti di lingua e cultura francoprovenzali organizzati dall’associazione Effepi in collaborazione con le associazioni locali delle Valli) messi in cantiere per il 2018. L’appuntamento è con Antonio Oberto, che parlerà di “Com’era una volta Sirizolës – Ceresole Reale”, accompagnando la proiezione del suo “Videoracconto su Ceresole Reale prima della costruzione della diga”. Nella circostanza sarà inoltre presentato il libro “Chiapili di sopra, un secolo fa”, verranno proiettate immagini della Festa Internazionale del Patois 2017 e saranno consegnati i diplomi di “Manteneur du patois”.

 

Rivara, spettacolo musicale

Mirabilia Teatro presenta, alle 21 al Teatro comunale di via Bartolomeo Grassa 2, “L’amico di Fred”, spettacolo musicale, un azzeccato connubio fra prosa di livello e la musica del grande Fred Buscaglione, interpretato sul palco da Andrea Marchio che, oltre a recitare e cantare, suona dal vivo il pianoforte. Biglietti 13 euro, ridotti 10 euro (ultrasessantacinquenni), 8 euro per i soci della Filodrammatica di Rivara, 5 euro per bambini fino a 8 anni. Info e prenotazioni (in orario 9-12 e 15-19) al 371/14.20.624 o al 340/33.00.580.

 

Sparone, appuntamenti con la Pro Loco

Si concludono, nei tre padiglioni riscaldati nell’area dell’ex campo sportivo, lungo la ex statale 460, gli appuntamenti di marzo organizzati dalla Pro Loco. Sabato serata del pesce e pizzeria e danze con l’orchestra di Matteo Benzi, ospite Francesca Mazzuccato. Domenica diciannovesima edizione della Mostra commerciale e agricola: apertura alle 9, alle 11,30 benedizione degli animali da esposizione accompagnata dalle note della Filarmonica di Sparone; pranzo alle 12,30 con polenta e merluzzo, alle 14,30 le premiazioni degli animali da esposizione e alle 15,30 la quinta edizione della “Rudunà” per le vie del paese, la transumanza delle mandrie in salita verso gli alpeggi. Per informazioni: 392/54.84.483.

 

Valperga, aperitivo letterario

Alle 18,30 la caffetteria “PanCafé” di via Matteotti 8 propone un aperitivo letterario durante il quale viene presentato “Scozia Express” (Europa Edizioni), il più recente romanzo di Debora Bocchiardo. Info 338/82.56.399.

 

Vico Canavese, alla scoperta delle erbe

Il Club Amici Valchiusella e la Condotta Slow Food locale propongono, al salone polivalente di regione Lime, l’iniziativa “La stagione delle erbe”. Si inizia alle 16 con il convegno “Scopriamo il cibo selvatico”, in cui la dottoressa in Scienze gastronomiche Silvia Sibille presenta la sua tesi di laurea, discussa all’Università di Pollenzo. Coordinati da Laura Lancerotto, intervengono il docente di Apicoltura Gianpiero Lombardi, il ricercatore di Sistemi Agropastorali Simone Ravetto, Diego Novero del comando Unità Tutela Forestale, gli allevatori e casari Pierangelo Ughetti e Giorgio Pastore, la psicologa Giada Giorgio, il docente di Ecologia Gabriele Volpato e l’assessore regionale all’Agircoltura Giorgio Ferrero. Alle 19,30 l’aperitivo preparato da Amedeo e Gigi, seguito dal convivium curato da Alberto, Nicola e Paola e le magistre di erbe valchiusellesi; i vini sono della Cantina Orsolani. Il costo dell’aperitivo è 7 euro, 28 euro aperitivo e convivium. Info e prenotazioni 348/06.62.697.

 

 

 

 

facebook youtube instagram

Giugno 2022
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Conferenze San Vincenzo di Ivrea: un aiuto concreto a chi è nel bisogno

IVREA – Sono molte anche nella nostra diocesi le opere concrete di solidarietà e di carità che vengono realizzate grazie ai fondi 8×1000 della Chiesa cattolica, da movimenti ecclesiali o da enti del settore non-profit.
Leggi il seguito…

Il Santo del giorno