Seleziona Pagina

AREOPORTO DI CASELLE IL LAVORO DELLA POLIZIA NEL 2017

Nel 2017, la Polizia di Frontiera all’aereoporto “Sandro Pertini” di Caselle, nel delicato contesto internazionale caratterizzato da fenomeni legati al terrorismo ed all’immigrazione clandestina, ha lavorato per  garantire elevati standard di sicurezza. In tale ottica, nel 2017, sono stati predisposti ed attuati in modo continuativo specifici servizi che hanno ottenuto risultati apprezzabili sia in termini di quantità che di qualità.

Il costante controllo sulla legittimità dell’ingresso di stranieri nel nostro Paese attraverso attente analisi documentali ha portato all’identificazione di 189.991 persone (la maggior parte delle quali straniere). Sono state tratte in arresto 33 persone per reati di falso documentale (possesso di documenti falsi), mentre 40 persone sono state deferite all’Autorità Giudiziaria per il medesimo reato, chiaramente legato a tentavi di ingresso clandestino in Italia, con il conseguente sequestro di  42 documenti falsi.

Il capillare controllo ai varchi di frontiera ha, altresì, permesso il respingimento di  364 persone (di diverse nazionalità) prive di idoneo titolo per entrare in  territorio nazionale.

In ambito aeroportuale la Polizia di Frontiera ha effettuato anche un’attività di accoglienza di 189 richiedenti asilo, provenienti sia dall’Italia che da altri paesi dell’Unione Europea, 64 persone hanno richiesto la protezione internazionale nel nostro paese.

In ambito sicurezza aeroportuale notevole importanza assumono i 985 controlli su voli considerati “sensibili” o a rischio e le 628 auto sospette controllate nell’area aeroportuale.

Infine, il personale dell’Ufficio Polizia di Frontiera è stato interessato da  60 scorte internazionali, cioè dall’accompagnamento fisico di stranieri non aventi titolo per soggiornare nel nostro paese ed espulsi definitivamente dal territorio nazionale.

facebook youtube instagram

Giugno 2022
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Conferenze San Vincenzo di Ivrea: un aiuto concreto a chi è nel bisogno

IVREA – Sono molte anche nella nostra diocesi le opere concrete di solidarietà e di carità che vengono realizzate grazie ai fondi 8×1000 della Chiesa cattolica, da movimenti ecclesiali o da enti del settore non-profit.
Leggi il seguito…

Il Santo del giorno