Seleziona Pagina

Nacque ad Avigliana, da una nobile famiglia antenata del Cavour. Entrò nella Chartreuse di Grenoble; fece la professione religiosa e fu ordinato prete. Fu poi alla Certosa di Pesio, dove trascorse il resto della vita, in preghiera e scrivendo opere ascetiche. Ebbe corrispondenza con i duchi di Savoia e con il re di Francia. Dedicò un trattato sul libro di Giobbe a Jolante sorella del re. Ospitò Luigi e gli predisse la riconciliazione con il padre e la sua ascesa al trono. Quando Carlo VIII scese in Italia, gli venne consegnato il Libro delle profezie di Cocq. Ebbe fama di santità per la fede, il distacco dal mondo, l’amore al silenzio e alla preghiera contemplativa.

facebook youtube instagram

Giugno 2022
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Conferenze San Vincenzo di Ivrea: un aiuto concreto a chi è nel bisogno

IVREA – Sono molte anche nella nostra diocesi le opere concrete di solidarietà e di carità che vengono realizzate grazie ai fondi 8×1000 della Chiesa cattolica, da movimenti ecclesiali o da enti del settore non-profit.
Leggi il seguito…

Il Santo del giorno