Seleziona Pagina

Chivasso: che fare dell’ex campo Enel?

La serata organizzata dall’amministrazione comunale per incontrare i cittadini e ascoltare le idee che avevano da proporre sull’imminente riqualificazione dell’ex campo Enel ha suscitato grande interesse fra la popolazione, che martedì sera 20 marzo ha affollato la sala consiliare di Palazzo Santa Chiara.
Progettisti, ambientalisti, residenti, rappresentanti di associazioni e amministratori hanno dato vita a un dibattito vivace, nel quale ognuno ha presentato la propria “lista dei desideri” per vedere tornare all’onor del mondo quella parte di città. La giunta di Claudio Castello ha potuto acquisire l’area soltanto dichiarando che quella zona è “irrinunciabile”, cioè il Comune ne ha bisogno per realizzare servizi o interventi urgenti. Così l’amministrazione ha gettato sul piatto la necessità di mettere in sicurezza la scuola materna “Bambi”, che si trova proprio di fronte, e realizzare la pista ciclabile e alcuni parcheggi per evitare la sosta selvaggia di adesso. Ma questi sono anche vincoli imprescindibili, e quindi va accantonato il sogno di veder ritornare in vita quel campo da calcio calcato da tanti ragazzini e su cui sono stati disputati un’infinità di partite e tornei.
Messa in sicurezza di scuola e pista ciclabile, ricongiungimento ideale dei viali (viale Cavour, tratto via Mazzini, viale Matteotti) con il viale storico del Canale Cavour, un’area verde, qualche parcheggio e una possibile piazza sono i paletti che verranno inseriti nel bando rivolto ai progettisti, che verrà presentato all’inizio di aprile. Poi due mesi di tempo per presentare i progetti, quindi una commissione ad hoc valuterà le proposte fino a decretare il vincitore. L’amministrazione (nella foto il tavolo dei suoi rappresentanti) vorrebbe concludere l’iter entro la fine dell’anno e avere il progetto pronto a Natale. C’è chi, come il consigliere Matteo Doria, si è presentato con un disegno già pronto, o chi, gli ambientalisti (nella foto qui sotto), ha insistito per evitare i parcheggi, mentre i residenti hanno chiesto meno congestione del traffico.

CHIVASSO campo Enel, ambientalisti

L’ex assessore Claudia Buo ha auspicato che con la riqualificazione si possa ripensare anche la viabilità legata alle due rotonde, quella di viale Cavour e quella vicina al Carrefour. Insomma, le idee non mancano: ora toccherà all’amministrazione cogliere quelle che maggiormente rispondono alle esigenze dei cittadini e inserirle nel bando.

facebook youtube instagram

Giugno 2022
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Conferenze San Vincenzo di Ivrea: un aiuto concreto a chi è nel bisogno

IVREA – Sono molte anche nella nostra diocesi le opere concrete di solidarietà e di carità che vengono realizzate grazie ai fondi 8×1000 della Chiesa cattolica, da movimenti ecclesiali o da enti del settore non-profit.
Leggi il seguito…

Il Santo del giorno