Seleziona Pagina

Marta, la sindaca dei Ragazzi di Caluso

Caluso ha una nuova sindaca: no, nessuno ha esautorato Mariuccia Cena: più semplicemente è stato eletto, in seno alla scuola primaria, il nuovo Consiglio comunale dei Ragazzi, che ha attribuito l’incarico di “prima cittadina” all’undicenne Marta Vogliotti. A vincere le elezioni è stata la lista “Caluso alle stelle”, di cui Marta era a capo.
Di fronte al Consiglio comunale e alla sindaca “dei grandi”, Marta ha letto l’elenco delle priorità individuate dal suo programma elettorale: ai primissimi posti c’è il Castellazzo, attualmente “pieno di edera e rampicanti, e non certo una bella cartolina per i turisti”.
Altro punto qualificante del programma è l’aumento degli eventi sportivi in paese, ma anche la sistemazione delle strade più disastrate e la posa di cestini per la spazzatura. Tra le iniziative più curiose che la lista di Marta Vogliotti vorrebbe assumere, si segnala il pitturare gli attraversamenti pedonali di una vernice speciale che si illumina al buio (ma esiste? Ammettiamo la nostra ignoranza, non ne siamo a conoscenza, ndr); e poi destinare più di frequente i vigili urbani ai controlli lungo le vie.
Ulteriore richiesta: rimettere in funzione l’autovelox installato sul semaforo di via Duca degli Abruzzi ad Arè, spento da tanto tempo, e di dotare le scuole di pc e tablet più moderni, effettivamente utilizzabili durante le lezioni.
L’ultima parola è spettata alla reggente dell’Istituto comprensivo, Valeria Miotti, che ha ripercorso l’iter che ha condotto all’elezione del Consiglio comunale dei Ragazzi, frutto di un progetto dedicato alla pratica della cittadinanza attiva. “Un modo – ha concluso la dirigente – per coinvolgere le nuove generazioni e insegnar loro l’importanza della pubblica amministrazione”.

facebook youtube instagram

Giugno 2022
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Conferenze San Vincenzo di Ivrea: un aiuto concreto a chi è nel bisogno

IVREA – Sono molte anche nella nostra diocesi le opere concrete di solidarietà e di carità che vengono realizzate grazie ai fondi 8×1000 della Chiesa cattolica, da movimenti ecclesiali o da enti del settore non-profit.
Leggi il seguito…

Il Santo del giorno