Protocollo d’intesa in materia di bullismo e cyberbullismo

Ieri, 18 novembre 2021, la Divisione Polizia Anticrimine presso la Questura di Torino, ha siglato un protocollo d’intesa in materia di bullismo e cyberbullismo, con due associazioni, il CEPSI Centro psicoanalitico di trattamento dei malesseri ed il Gruppo Abele al fine di consentire l’emersione di quel “_sommerso di violenze_” consumate sovente in silenzio, come accade anche per il fenomeno del bullismo e cyberbullismo.

Per i minori autori di cyberbullismo, destinatari della misura preventiva dell’Ammonimento del Questore ai sensi della legge 29 maggio 2017 nr. 71, è prevista la possibilità di seguire gratuitamente un percorso volto alla gestione delle emozioni e al raggiungimento della consapevolezza del disvalore del gesto compiuto volto a prevenire il rischio di recidiva.

Il protocollo è innovativo in quanto per la prima volta l’attenzione è rivolta anche ai minori vittime di atti di bullismo e cyberbullismo per i quali è previsto un servizio di accoglienza e sostegno psicologico, nonché agli autori di bullismo, indipendentemente dall’adozione del citato provvedimento.

Queste due associazioni si sono rese disponibili ad estendere la già consolidata collaborazione, nata due anni fa, per l’invio dei soggetti violenti e persecutori ammoniti dal Questore della Provincia di Torino, al fine di intraprendere un percorso psicologico e che ha avuto riscontro positivo visto il buon numero di persone presentatesi presso le loro sedi.

Esegui l'accesso per Commentare