San Gaudenzio (327 – 418)

Nato ad Ivrea da una famiglia ancora pagana, Gaudenzio è convertito al Cristianesimo a Vercelli da Eusebio, primo vescovo di tutto il Piemonte.

Secondo alcuni, proprio a Vercelli, Gaudenzio diventa prete. Eusebio ne ha una tale stima da mandarlo a Novara per aiutare il sacerdote Lorenzo, che da solo annuncia il Vangelo in territorio pagano.

Nel quadro della disputa con gli ariani, Eusebio è mandato in esilio, Gaudenzio lo raggiunge ma viene rimandato in Italia, a Novara.

Il successore di costui, Simpliciano, lo ordinerà vescovo, incarico che ricoprirà per vent’anni, fino alla morte.

Esegui l'accesso per Commentare