Sant’Umile da Bisignano (1582 ca. – 1637)

La sua intensa vita interiore lo rese praticamente trasparente alla luce di Dio e accadde così che quel frate semplice, modesto e ritirato, venisse ricercato da sapienti e potenti che desideravano ottenere da lui consigli di spirituale perfezione.

Fu per un periodo a Roma dai Papi Gregorio XV e Urbano VIII ma preferì ritornare nel suo convento in Calabria, dove morì.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments