Appuntamenti del weekend

Canavese: prosegue “Una montagna di gusto”

Procede la 9ª edizione di “Una montagna di gusto”, rassegna “enogastrosofica” promossa dal Consorzio Operatori Turistici Valli del Canavese: anche se con un programma modificato, a causa del nuovo Dpcm.

Ogni domenica dal 1º al 29 novembre a pranzo, il cuoco Diego Bianchi dello Chalet Rosa dei Monti di Piamprato (Valprato Soana) propone nel suo menu un piatto storico tradizionale delle Valli del Gran Paradiso: il frit gris (bietole, patate e toma, con chips di mocetta: nella foto); da provare anche il polentino ripieno di toma e timo… La proposta “Dormi da noi” prevede il pranzo e il pernottamento nell’accogliente chalet in legno della Rosa dei Monti (3 stelle) a 65 euro. Chi volesse scoprire i segreti del genepì può partecipare, ogni sabato dal 31 ottobre al 28 novembre dalle 16,30, alla visita di una coltivazione nel cuore del Parco nazionale, a Campiglia, con il produttore Ivo Chabod della Stella Alpina, e degustare poi quattro tipi di genepì e un liquore della Val Soana, tutti con il marchio qualità del Parco. L’iniziativa si concluderà entro le 18.

Dal 1º al 30 novembre a pranzo è il turno del ristorante Da Mauro (Hotel Astoria) di Cuorgnè con un menù della tradizione. La proposta “Dormi da noi” prevede il pranzo e il pernottamento all’Astoria (3 stelle) a 55 euro.

Inoltre ogni giovedì all’ora di pranzo appuntamento all’Osteria La Sosta di Settimo Vittone con il bollito misto e all’Antica Locanda dell’Orco di Rivarolo con il fritto misto; tutti i giorni a pranzo, poi, ai Tre Re di Castellamonte, lo splendido menù degustazione con tutti i classici della cucina canavesana e piemontese.

Da ricordare che continuano, ogni sabato pomeriggio, le visite e le degustazioni nelle cantine Orsolani di San Giorgio e Gnavi di Caluso (gli eventi, solo su prenotazione, iniziano alle 16 e terminano entro le 18).

Per tutti gli eventi di “Una montagna di gusto” è richiesta la prenotazione direttamente presso il ristorante o il produttore presso cui ci si intende recare. Tutti i riferimenti si trovano su www.turismoincanavese.it, mentre per ulteriori informazioni ci si può rivolgere anche allo 0124/36.07.49 o scrivere a info@turismoincanavese.it.

 

Caravino: “Ti racconto il vigneto” al Castello di Masino

Ultima occasione, domenica 1º novembre, per partecipare a “Ti racconto il vigneto”. Nel Settecento il Castello di Masino era un’azienda agricola: si coltivano l’ulivo, il grano, il sorgo, la vite… La visita guidata accompagna alla scoperta della vita agricola del Castello, con una particolare attenzione alla coltura della vite e agli antichi metodi di vinificazione: dalla cantina delle botti, attestata dalla fine del Seicento, alla vigna del Castello che il Fai ha recuperato nel 2019 dopo uno scrupoloso restauro paesaggistico. In conclusione, degustazione di Erbaluce. Visite alle 10.30, 12.30, 14.30, 16.30. Ingresso a castello e parco 14 euro (intero, possibili riduzioni), 35 euro (famiglie, due adulti e due minorenni): da acquistare on-line; visita guidata 6 euro, 3 euro ridotto (da acquistare in loco). Per ogni informazione: 0125/77.81.00, faimasino@fondoambiente.it.

 

Castellamonte: castagnata di Ognissanti a Sant’Anna Boschi

Nonostante il periodo complesso e i tanti divieti, l’associazione Boschinfesta ha deciso di confermare comunque l’ormai tradizionale appuntamento del giorno di ognissanti con la castagnata: domenica 1° novembre, dalle 10 alle 16, i volontari della frazione Sant’Anna Boschi distribuiranno dunque fumanti caldarroste rigorosamente da asporto e nel pieno rispetto delle normative anti-Covid.

 

Chivasso: celebrazioni dei Santi e dei Defunti

Salvo nuove disposizioni legate all’emergenza sanitaria, domenica 1° novembre alle 15, al cimitero, si terrà la consueta Messa concelebrata dai sacerdoti della città. Nel Duomo di Santa Maria Assunta venerdì 30 ottobre, alle 20.30 si terrà la liturgia penitenziale in preparazione della solennità di Tutti i Santi, con possibilità di accostarsi al sacramento della Confessione, insieme all’ascolto della lettura, del commento e della meditazione degli Atti degli Apostoli.

Sempre in Duomo, sabato 31 si celebreranno Messe alle 16 e alle 17.30 e domenica 1º novembre alle 8, 9, 10.30, 11.45 e 18.30, e alle 9.30 al Santuario di Gesù Bambino in frazione Betlemme. Qualora vi fossero disposizioni diverse, o in caso di pioggia, la Messa delle 15 invece che al cimitero verrà celebrata in Duomo.

Lunedì 2 novembre Messe alle 9, alle 10.30, alle 16 e alle 18.30, alle 9.30 a Betlemme; alle 17, sempre in Duomo, sarà recitato il Rosario completo, in suffragio di tutti i defunti.

In frazione Castelrosso, domenica 1° novembre alle 10.30, Messa al camposanto con la benedizione delle tombe e alle 18 in chiesa parrocchiale; lunedì 2, alle 8.30 e alle 9, Messa in chiesa parrocchiale, alle 14.30 recita del Rosario al camposanto seguita dalla celebrazione della Messa.

Da martedì 3 a venerdì 6 novembre, alle 8.30 in chiesa parrocchiale, recita del Rosario, seguita dalla Messa.

 

Ivrea: sabato la Giornata dedicata al Trekking Urbano

Riscoprire, valorizzare e diffondere l’anima green e sostenibile delle città italiane. Sarà questo il filo conduttore della 17ª Giornata nazionale del Trekking Urbano, in programma sabato 31 ottobre a Ivrea come in un’altra settantina di località italiane. L’edizione del 2020, intitolata “Com’è green la mia città”, sarà all’insegna di percorsi di turismo lento.

Sabato 31 ottobre, accompagnati da una guida turistica abilitata, si partirà da piazza Ottinetti, polo culturale della città e, passando per un vicolo solitamente percorso dai pellegrini in transito sulla Via Francigena, si raggiungeranno i Giardini Giusiana, polmone verde del centro. Tra storia, curiosità e aneddoti, attraversando lo storico Naviglio e proseguendo lungo il fiume, si giungerà al sito Patrimonio mondiale Unesco “Ivrea, città industriale del XX secolo” per scoprire, attraverso il racconto della cultura olivettiana, la nuova vita degli spazi un tempo dedicati alla fabbrica e ai servizi sociali. Si tornerà quindi verso il centro storico dal Ponte Vecchio, per secoli unico passaggio sul fiume. Dopo aver percorso un tratto dell’antica via centrale e ammirato la città dall’alto della piazza del Castello, il trekking terminerà nella piazza del Municipio.

Il percorso, lungo circa 4 chilometri, durerà più o meno 3 ore. Partenza delle visite guidate, dall’Ufficio del Turismo di piazza Ottinetti, alle 10 o alle 15. Prenotazione obbligatoria entro le 13 di domani, venerdì 30 ottobre. Per info e prenotazioni: 0125/61.81.31, info.ivrea@turismotorino.org, www.turismotorino.org o www.facebook.com/ufficioturisticoivrea.

 

Noasca: “Safari alpini” con le Guide del Parco

In autunno la natura esplode di bellezza con i colori caldi del foliage che fanno da cornice a paesaggi indimenticabili, e il Parco Nazionale Gran Paradiso è il posto ideale per passeggiate ed escursioni, con luoghi da fotografare e ricordare. Grazie alle guide del Parco, nel rispetto delle normative previste a livello nazionale e locale, sarà possibile scoprire i sentieri più suggestivi, ascoltare storie emozionanti e osservare da vicino la fauna che abita le valli dell’area protetta.

Tutti i fine settimana da ottobre a dicembre è possibile partecipare ai Safari Alpini organizzati dalle guide del Parco, in occasione della stagione degli amori di camosci e stambecchi; sempre le guide propongono nelle domeniche sino a metà novembre una passeggiata con visita finale al centro visitatori del Parco “Acqua e biodiversità” di Rovenaud-Valsavarenche, in cui sono ospitate due lontre studiate dai ricercatori dell’area protetta.

E nel versante piemontese del Parco sabato 31 ottobre è prevista un’escursione nel Vallone del Roc a Noasca, con percorsi che attraversano storiche borgate un tempo abitate tutto l’anno e impreziosite da resti di autentici affreschi.

Per tutte le escursioni è necessaria la prenotazione. Per informazioni su date e prezzi (oltre che su eventuali modifiche e/o limitazioni legate all’evolversi della situazione sanitaria) è suggerito consultare il sito web www.pngp.it/iniziative-del-parco/attivita-guide.

 

Ronco: “Mele della salute”

Anche quest’anno ritorna a Ronco Canavese la manifestazione benefica “Una mela per la salute”: si tratta della possibilità di acquisto di un sacchetto di gustosi frutti, il cui ricavato sarà devoluto  alla ricerca sul cancro attraverso l’Istituto regionale di Candiolo. Le cassette di mele potranno essere acquistate direttamente in piazza Mistral nella mattina di sabato 31 ottobre (dalle 9 in poi); è possibile anche prenotarle telefonando ai numeri  0124-81.72.68 o 0124-81.74.46.

Esegui l'accesso per Commentare