Consumi in Piemonte: nel 2018 crescita doppia rispetto alla media . Cuneo più dinamica, a Biella più spesa famigliare

Secondo l'Osservatorio Findomestic crescono soprattutto le auto usate
(+2,5%) e i mobili (+2%) e la spesa media delle famiglie si attesta a 
2.726 euro. Cuneo è la provincia più dinamica (+3%) e Biella quella in 
cui si è speso di più (3.075 euro a famiglia). In calo l’elettronica
di consumo (-3,9%), l’information technology (-1,9%) e gli
elettrodomestici (-1,4%). 

Il quadro della spesa per i beni durevoli in
Piemonte nel 2018 viene tracciato dall’Osservatorio dei Consumi
Findomestic, realizzato in collaborazione con Prometeia e presentato
nei giorni scorsi a Torino. “Le famiglie piemontesi – commenta il responsabile
dell’Osservatorio Findomestic Claudio Bardazzi – hanno speso in
durevoli 5 miliardi e 487 milioni, ovvero l’1,5% in più rispetto al
2017, con una crescita doppia rispetto alla media italiana (0,8%)”.

Il quadro provinciale si presenta eterogeneo:
Cuneo (3%), Torino (2,1%), Biella (1,7%) e Vercelli (1,1%) hanno
sperimentato un’evoluzione positiva dei consumi, mentre ad Alessandria
(0%) e Novara (-0,3%) la spesa si è attestata sui livelli dell’anno
precedente; Asti (-0,6%) e, soprattutto, Verbano-Cusio-Ossola (-2,6%)
hanno presentato un andamento negativo. La spesa media per beni durevoli
delle famiglie piemontesi nel 2018 è stata di 2.726 euro, valore
superiore sia alla media italiana (2.356), che a quella del Nord-ovest
(2.674). Tra le province continua a spiccare la posizione di Biella che
con 3.075 euro per famiglia si colloca, dopo Prato, al secondo posto tra
tutte le province italiane.

In provincia di TORINO – secondo le rilevazioni
dell’Osservatorio Findomestic – la spesa per beni durevoli ha
raggiunto 2 miliardi e 843 milioni con una media di 2.692 euro a
famiglia. Le auto di nuova immatricolazione hanno alimentato un mercato
di 879 milioni per un incremento del 3,1%, in netta controtendenza
rispetto ai dati nazionali (-2,1%). Di più vale il segmento delle auto
usate, che ha toccato 890 milioni di euro facendo registrare un aumento
del 2,3%. Impennata per i motoveicoli (+6,9%) e crescita per i mobili
(+2,2%) a quota 713 milioni. Negativa la dinamica - in linea con le
medie nazionali - per elettrodomestici (-1,1%), information technology
(-1,6%) e elettronica di consumo (-3,7%).

BIELLA. Nel 2018 il mercato dei beni durevoli nella provincia di Biella
ha toccato i 254 milioni di euro per un incremento dell’1,7% ed una
spesa record di 3.075 euro a famiglia. Come dimostrano le rilevazioni
dell’Osservatorio Findomestic, nel comparto ‘motori’ le auto nuove
sono cresciute dello 0,6% (75 milioni), quelle usate hanno fatto
registrare un +3,5% (91 milioni) e le moto sono aumentate del 3,7%.
Segno ‘più’ anche per i mobili: +2% con una spesa complessiva di
milioni. Negativo l’andamento di tutti gli altri segmenti del comparto
‘casa’: -1,4% per gli elettrodomestici, -3,9% per l'elettronica di
consumo e -1,5% per l’information technology.

 

Lascia una recensione

  Subscribe  
Notificami