Il Canavese grazie al Comune di Ingria entra a far parte del prestigioso club “I Borghi più belli d’Italia”

Da qualche giorno  Ingria, piccolo paese nel cuore della Val Soana, è stato ritenuto idoneo a far parte del prestigioso club de “I Borghi più belli d’Italia”. Ingria porta tra l’altro ufficialmente il marchio anche nel Canavese dal momento che risulta l’unico Comune in questo territorio a poter vantare il prestigioso marchio e tra i pochi altri Comuni piemontesi.

Una buona notizia per il Canavese e anche per il Piemonte, accolta con orgoglio dalla comunità e dal Sindaco IGOR DE SANTIS, che commenta: “_Siamo molto felici per questo successo, ma non vogliamo cullarci sugli allori, il lavoro non si ferma mai, nei prossimi mesi infatti inaugureremo una nuova piazza plurifunzionale, completeremo la sala del Coworking per favorire il lavoro agile e promuoveremo l’apertura di un negozio di tipicità dei nostri luoghi nella frazione Belvedere di fianco al punto informativo-turistico e Ristorante Pont Viei. Questo riconoscimento è per noi grande orgoglio. Da anni si lavora per rafforzare la nostra offerta turistica, l’immagine di chi ci viene a trovare e di conseguenza la qualità della vita”.

“I Borghi più belli d’Italia” è un’associazione, nata nel marzo 2001, che promuove i piccoli centri abitati italiani con una qualifica di “spiccato interesse storico e artistico”. L’associazione nasce su impulso della Consulta del Turismo di ANCI, con l’intento di contribuire a salvaguardare, conservare e rivitalizzare piccoli nuclei e Comuni italiani.

Esegui l'accesso per Commentare