Seleziona Pagina

Pont-Saint-Martin: timbro nuovo di zecca per i pellegrini della Via Francigena

L’amministrazione comunale di Pont-Saint-Martin ha deciso di realizzare un nuovo timbro, che verrà utilizzato per vidimare le credenziali dei pellegrini in transito sulla Via Francigena. La richiesta, emersa proprio dai viaggiatori che attraversano il territorio ponsammartinese, ha portato all’ideazione di un timbro la cui grafica pone in evidenza il Ponte romano, il Pellegrino simbolo della via e il richiamo alla Associazione Europea della Via Francigena e al Comune di Pont-Saint-Martin, quale sede di tappa (tappa che, lo ricordiamo, inaugura il tratto canavesano della Via). I timbri saranno a disposizione presso il Museo del Ponte romano in piazza IV Novembre, alla reception dell’Ostello Saint Martin, in Municipio, in Parrocchia e presso l’Ufficio del Turismo in via Circonvallazione.

Pont Saint Martin_timbro

L’Amministrazione comunale, per offrire un servizio omogeneo e coordinato all’accoglienza dei pellegrini sul territorio, mette a disposizione degli operatori turistici, a richiesta presso gli uffici comunali, la copia grafica del timbro. La presentazione del nuovo timbro per vidimare le credenziali è avvenuta domenica mattina, su iniziativa del vicesindaco Ornella Badery e dell’assessore Ennio Pedrini, in occasione del ricevimento di una delegazione dell’associazione La Via Francigena di Sigerico di Ivrea composta da circa 60 persone guidate dal presidente Paolo Facchin che intraprendevano il percorso da Pont-Saint-Martin a Ivrea, inaugurando di fatto la stagione 2018.
L’importanza di questo fenomeno turistico risulta ogni anno in crescita: oltre 700 pellegrini hanno soggiornato a Pont-Saint-Martin e oltre 2000 sono transitati sul territorio nella scorsa stagione.

facebook youtube instagram

Giugno 2022
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Conferenze San Vincenzo di Ivrea: un aiuto concreto a chi è nel bisogno

IVREA – Sono molte anche nella nostra diocesi le opere concrete di solidarietà e di carità che vengono realizzate grazie ai fondi 8×1000 della Chiesa cattolica, da movimenti ecclesiali o da enti del settore non-profit.
Leggi il seguito…

Il Santo del giorno